osservatorio nazionale Cisadep

Formazione degli specializzandi, ritardi nella nomina dell’Osservatorio Nazionale

2 Maggio 2020

Non sono stati ancora nominati i componenti dell'Osservatorio che dovrà valutare i criteri di accreditamento delle strutture ospedaliere per la formazione degli specializzandi

 

di

Luglio o settembre? Settembre o Ottobre? Ancora non è nota con ufficialità la data in cui i giovani medici abilitati potranno sostenere il concorso per l’accesso alle scuole di Specializzazione. Negli scorsi appuntamenti vi abbiamo raccontato un po’ come stanno le cose, cos’è l’imbuto formativo (LEGGI QUI), perché il test d’ingresso è necessario (LEGGI QUI) e come nei fatti realmente è la vita economica di uno specializzando (LEGGI QUI), oggi proviamo ad entrare più nel tecnico delle faccende che riguardano il percorso di formazione medica in Italia e parliamo dell’Osservatorio nazionale della Formazione Medica Specialistica

L’Osservatorio è un organo costituito da tre rappresentanti del Ministero della Salute, tre rappresentanti del MIUR, tre presidi delle Facoltà di Medicina, tre rappresentanti delle regioni e tre rappresentanti dei medici in formazione specialistica. Si tratta di un’istituzione il cui scopo è quello di definire i criteri di accreditamento per le strutture universitarie e ospedaliere e verificare, delle stesse, l’idoneità a formare i medici specializzandi.

Ad oggi, 1 Maggio 2020 non risulta essere stato costituito l’Osservatorio. Considerando che i tempi di costituzione dell’organo non sono brevissimi e che a loro volta le procedure di accreditamento, affinché siano fatte con serietà e attenzione, hanno bisogno di tempo le opzioni sono due: O l’Osservatorio non è ancora in piedi perché il concorso sarà dopo l’estate o, come invece da più fonti sembra emergere, il concorso sarà a luglio e la rete formativa da utilizzare sarebbe quella accreditata lo scorso anno. In altri termini si prendono per buone le strutture “prese per buone lo scorso anno”.

Proviamo a spiegare meglio la questione: Se una nuova Casa di cura volesse far formare dei medici specializzandi nella propria struttura privata, o li si volesse far formare in un ospedale pubblico, comunque la struttura, affinché entri nella rete formativa, ha bisogno di soddisfare dei criteri. Su tali criteri e sulla soddisfazione degli stessi vigila proprio l’Osservatorio. Sostenere un Test e quindi cominciare la formazione specialistica senza un nuovo Osservatorio significa far formare nuovi medici in strutture che lo scorso anno soddisfacevano i criteri ma che non è detto lo facciano ancora.

Un esempio: l’Ospedale X accreditato nel 2019 ha chiuso la sala parto ma non il reparto di Ginecologia, mantenendo l’accreditamento per la ginecologia anche nel 2020 formerebbero ginecologi senza una sala parto, o ancora se chiudesse il Pronto Soccorso si formerebbero urgentisti senza un Pronto soccorso.

È evidente come ciò inficerebbe seriamente la qualità formativa degli specialisti in questo paese e altresì come sarebbe facile generare differenze qualitative da un posto all’altro. È necessario e assolutamente urgente costituire l’Osservatorio, altrimenti finiremo non solo per non avere sufficienti medici specialisti ma per averne pochi e formati male.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV