ASP e Ospedali

La delibera

Fondazione Giglio, l’Asp di Palermo nomina Simona Vicari nel CdA

Subentra ad Antonino Purpura, il quale ha rassegnato le proprie dimissioni per "sopravvenute esigenze professionali".

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Simona Vicari (nella foto) è stata nominata componente del CdA della Fondazione Giglio. Lo ha disposto una delibera del 12 agosto- di cui Insanitas ha avuto visione- a firma di Daniela Faraoni, direttore generale dell’Asp di Palermo a cui tocca, appunto, la nomina di uno dei tre componenti del Consiglio di Amministrazione dell’ospedale di Cefalù.

Il primo aprile 2022 era stato nominato “in quota Asp” Antonino Purpura, il quale però ha rassegnato le proprie dimissioni per “sopravvenute esigenze professionali” con una Pec del 29 giugno. Da qui un avviso pubblicato il 12 luglio sul sito internet aziendale dell’Asp di Palermo, con sei istanze pervenute: Simona Vicari, Giancarlo Migliorisi, Antonio Proto, Dina La Varvera, Ferdinando Croce e Vito Clemente.

Ha prevalso la prima, “vantando un’esperienza particolarmente complessa maturata nell’ambito dell’Alta amministrazione pubblica e dunque di spiccato rilievo”. Ex senatrice nazionale ed ex deputata regionale, la Vicari ha ricoperto il ruolo di sottosegretario e in passato è stata pure sindaco di Cefalù.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche