Salute e benessere

Il provvedimento

Fisioterapisti, via libera alla nascita degli Ordini e della Federazione nazionale

È stato firmato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, il relativo Decreto che li istituisce.

Tempo di lettura: 1 minuto

È stato firmato dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, il Decreto che istituisce gli Ordini della Professione sanitaria di Fisioterapia e la relativa Federazione. La nuova Federazione, che ad oggi registra oltre 68.000 fisioterapisti iscritti, diviene così un Ente pubblico non economico che agisce quale organo sussidiario dello Stato al fine di tutelare gli interessi pubblici connessi all’esercizio professionale (art.4, Legge Legge 3/2018).

Fino ad oggi i circa 70mila fisioterapisti istaliani erano rappresentati in un Albo nazionale all’interno del maxi Ordine dei Tsrm-Pstrp insieme a tutte le atre professioni sanitarie.

Con il decreto nascono così gli “Ordini della professione sanitaria di fisioterapista” su base territoriale e a livello nazionale la “Federazione nazionale degli Ordini della professione sanitaria di fisioterapista”. Ambedue saranno regolati in base alla nuova disciplina ordinistica stabilita con la riforma “Lorenzin” del 2018.

L’intera comunità dei Fisioterapisti ringrazia il Ministro e tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante obiettivo, pronti per entrare nel Sistema Salute, a garanzia e tutela dei cittadini.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche