Fisioterapia e cura del piede, ecco come lavora lo staff del Palermo Calcio

27 Luglio 2016

Seconda puntata del nostro viaggio a Bad Kleinkirchheim per seguire il ritiro del club rosanero. Dopo aver intervistato il medico Cristian Francavilla, microfoni puntati sul fisioterapista Stefano Gari e sul podologo Sergio Caruso.

di Roberto Chifari

InSanitas torna a Bad Kleinkirchheim per continuare a seguire, dal punto di vista medico, il ritiro del Palermo Calcio. Dopo aver intervistato il medico sociale Cristian Francavilla, i nostri microfoni hanno raggiunto il fisioterapista Stefano Gari e il podologo Sergio Caruso (in alto a destra il video con le interviste).

«La fase del ritiro precampionato è fondamentale per l’analisi posturale, chinesiologica e osteopatica – afferma Stefano Gari, responsabile dello staff di fisioterapisti in forza alla società rosanero- Quest’anno pensiamo di introdurre un nuovo approccio, che è quello della valutazione termica strumentale. In genere con la termocamera si vanno ad individuare le fonti di calore che si instaurano nell’atleta a causa dei traumi. Da quest’anno utilizzerò questo stesso strumento per sviluppare le analisi e le valutazioni posturali. La termocamera ci permette di avere in sostanza una sorta di terzo occhio per valutare le condizioni di partenza degli atleti del Palermo»,

A Sergio Caruso spetta il delicato compito di monitorare e tenere in buona salute la parte del corpo più preziosa per un calciatore: il piede. Il podologo rosanero svela ai nostri micorfoni i segreti del suo delicatissimo compito.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV