Dal palazzo

Coordinati dal Crt regionale

Fine settimana da record per i trapianti in Sicilia: sei in tutto grazie a tre donazioni

Sabato sono state gestite contemporaneamente dal Coordinamento operativo del CRT Sicilia. Il direttore Bruna Piazza: “E’ stato un evento eccezionale, grazie alla collaborazione tra le aziende sanitarie e le varie professionalità, e soprattutto alla grande generosità dei siciliani".

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Fine settimana di intensa attività per il Coordinamento operativo del CRT Sicilia che sabato scorso ha gestito contemporaneamente tre donazioni di organi, due a Palermo, e una a Siracusa, permettendo di eseguire sei trapianti. Un evento eccezionale, che ha dimostrato l’efficienza dell’intero sistema trapianti della nostra regione.

La prima segnalazione di un potenziale donatore arriva al CRT alle 8 di sabato mattina dal II servizio di rianimazione dell’Arnas Civico dove il medico referente per i trapianti, Vincenzo Mazzarese, comunica l’inizio dell’osservazione di morte cerebrale di una donna di 63 anni vittima di un incidente della strada.

Un’ora dopo, è il medico referente per i trapianti del I servizio di rianimazione dell’Arnas Civico, Antonio Scafidi, a segnalare l’inizio del periodo di osservazione di un uomo di 56 anni, colpito da emorragia cerebrale. Qualche ora ancora e, dalla rianimazione dell’ospedale Umberto I di Siracusa, il coordinatore locale per i trapianti, Franco Gioia Passione, segnala l’inizio del periodo di osservazione di morte cerebrale di un uomo di 70 anni.

Alle fine delle sei ore di osservazione previste dalla legge, le famiglie dei tre pazienti , dopo aver sperato invano di riabbracciare i loro cari, hanno espresso tutte consenso alla donazione. Quindi il CRT ha proceduto a verificare l’ idoneità dei donatore e la compatibilità con gli iscritti in lista d’attesa, e i pazienti in urgenza nazionale allertando contemporaneamente i centri trapianto siciliani: Arnas Civico, Policlinico di Catania e Ismett e le rispettive equipe chirurgiche.

Dal donatore del I servizio di rianimazione dell’Arnas Civico sono stati prelevati il fegato, trapiantato a Torino, il rene destro, trapiantato al Civico e le cornee, inviate alla Banca degli occhi.

La donna deceduta presso il II servizio di rianimazione dell’Arnas Civico ha donato il fegato trapiantato all’Ismett. Il settantenne deceduto a Siracusa ha donato fegato, trapiantato all’Ismett su un paziente di 55 anni e reni, di cui il destro è stato assegnato al Civico e il sinistro al Policlinico di Catania.

Il direttore del CRT Sicilia Bruna Piazza (nella foto) sottolinea: “È stato un evento eccezionale. Tre donazioni in contemporanea con tre contestuali interventi di prelievo di organi in nel corso della notte, e la realizzazione di sei trapianti, è frutto di un eccezionale lavoro di collaborazione tra le aziende sanitarie, tra le varie professionalità, e soprattutto della grande generosità dei siciliani”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.