Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

La nomina

Federsanità, il ragusano Iacono vicepresidente nazionale vicario

La proposta è venuta dalla Presidente Tiziana Frittelli ed è stata approvata, ad unanimità, dall'Esecutivo nazionale.

Tempo di lettura: 2 minuti

Costituito il nuovo ufficio di presidenza di Federsanità Nazionale e il ragusano Giovanni Iacono, presidente di Federsanità Sicilia, è stato scelto ad assumere l’incarico di vice Presidente nazionale vicario.

Saranno due i vicari: Iacono per il centro sud e Pino Napoli, presidente Federsanità del Friuli V. Giulia, per il Nord.

A completare l’ufficio di presidenza, Carlo Bottaro D.G. Asl 3 Liguria, Domenico Scibetta D.G. Ulss 6 Euganea, Maria Capalbo D.G. Azienda Marche nord, Tiziana Ongari – comune di Novara – coordinamento EE.LL., Fabrizio D’Alba, D.G. Ospedale San Camillo Forlanini, Tesoriere.

La proposta è venuta dalla Presidente Tiziana Frittelli, D.G. Policlinico universitario “Tor Vergata” Roma ed è stata approvata, ad unanimità, dall’Esecutivo nazionale.

Giovanni Iacono dichiara: «Non me l’aspettavo e ringrazio la Presidente con la quale in questi mesi abbiamo fatto un forte lavoro di rinnovamento e tutto l’Esecutivo nazionale anche per avere scelto una squadra di seri professionisti. È una fase nuova di Federsanità e collima con un momento difficile, inedito, per le dimensioni e per la drammaticità, che investe la sanità, la salute, le fragilità duramente colpite ma tutte le società in generale. Tutte le ‘crisi’ hanno però una fecondità e la crisi è sempre catartica. La salute è stata, adesso, messa al centro delle politiche e si cerca di ‘riparare’ all’indebolimento progressivo che si era fatto sul sistema sanitario».

Inoltre sottolinea: «Centrale è diventata l’integrazione socio-sanitaria che, ancora una volta, vede in prima linea i due attori principali, Aziende Sanitarie e Comuni e Federsanità è la federazione che mette insieme le esperienze, l’impegno, la conoscenza, l’innovazione, le migliori pratiche di chi, negli ospedali, nelle aziende sanitarie, nei Comuni, svolge un servizio quotidiano di prossimità nell’interesse generale. Abbiamo molte idee, stiamo lavorando in più ambiti e daremo il nostro contributo affinché ci si rialzi e bene dal ‘lockdown’ sociale che dura da ben oltre il “Covid-19’»

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati