Fecondazione assistita in Sicilia, dalla Regione via libera a 3,8 milioni di euro

1 Febbraio 2016

Lo annuncia l'assessore Gucciardi. I fondi, di provenienza statale, sono stati destinati alle strutture sanitarie per l’acquisto di attrezzature e materiali. Previsti anche incentivi per le coppie con difficoltà economiche.

 

di

PALERMO. Via libera dall’assessorato regionale alla Salute a 3,8 milioni di euro per la fecondazione assistita: i fondi, provenienti dallo Stato, saranno destinati alle strutture sanitarie per l’acquisto di attrezzature e materiali e anche ai pazienti sotto forma di contributi per le coppie con difficoltà economiche.

L’assessore Baldo Gucciardi spiega: «I funzionari hanno completato l’iter burocratico ed è stato trasmesso il decreto all’assessorato all’Economia. I soldi dovrebbero essere disponibili per i pazienti tra una ventina di giorni».

I fondi sono stati così ripartiti: un milione e 603 mila euro all’Asp di Palermo per le strutture di Palermo, Trapani, Agrigento; un milione e 374 mila euro all’Asp di Catania per le strutture di Catania, Siracusa e Ragusa; 335 mila euro all’Asp di Caltanissetta per le province di Caltanissetta ed Enna e 438 mia euro all’Asp di Messina.

Le Asp assegneranno i fondi ai centri di procreazione medicalmente assistita riconosciuti dal Ministero della Salute. Il 70 per cento sarà destinato ai centri pubblici (anche quelli di nuova costituzione) e il 30 per cento ai centri accreditati.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV