Facoltà di Medicina romena ad Enna, il giudice dà il via libera ai corsi della discordia

3 Febbraio 2016

Quei corsi sono legittimi: rigettato il ricorso dell'Avvocatura dello Stato. Ma il ministero dell'Istruzione non si arrende: «Manca l'accreditamento».

 

di

ENNA. Il giudice civile di Caltanissetta ha confermato la legittimità dei corsi di Medicina e professioni Sanitarie dell’università romena Dunarea de Jos di Galati avviati presso l’Università Kore e l’Asp.

Rigettato il ricorso presentato dall’Avvocatura distrettuale dello Stato sulla legittimità dell’avvio delle attività didattiche dei corsi di laurea romeni.

I giudici hanno dato ragione al Fondo Proserpina (che tra i soci ha l’ex senatore del Pd Vladimiro Crisafulli) e all’ateneo romeno, che in base ai trattati europei avevano più volte affermato la legittimità dei corsi.

Il ministero dell’Istruzione, che aveva presentato ricorso, non recede: «L’ordinanza del Tribunale di Caltanissetta sulla legittimità del corso di laurea in medicina a Enna è misura cautelare e non entra nel merito. Resta ferma la nostra posizione a tutela della qualità della formazione dei nostri studenti: non c’è qualità senza accreditamento dei corsi di studio e nessun accreditamento è stato riconosciuto all’Università romena Dunarea de Jos Galati da parte del ministero dell’Università italiana», dice il ministro Stefania Giannini.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV