Epilogo e bilancio di “Asp in piazza 2016”: in 22 tappe quasi 30 mila prestazioni mediche gratuite

17 Novembre 2016

L'iniziativa di prevenzione si è conclusa a Chiusa Sclafani.

 

di

CHIUSA SCLAFANI. Dopo 22 tappe, 3.125 km. percorsi e 29.592 prestazioni erogate, si è conclusa a Chiusa Sclafani l’edizione 2016 di “Asp in Piazza”, manifestazione itinerante sulla prevenzione organizzata per il terzo anno consecutivo dall’Azienda sanitaria provinciale di Palermo.

Dalle 10 alle 16.30 un flusso continuo di utenti ha fatto ingresso negli ambulatori “mobili” allestiti nella centrale Piazza Castello sfruttando l’opportunità per aderire agli screening a due passi da casa. «Dalla prima tappa a Bisacquino all’ultima a Chiusa Sclafani medici, infermieri, veterinari, elettricisti, autisti e personale tecnico ed amministrativo hanno offerto un modello di sanità che ha trovato pieno riscontro nella gente», sottolinea il direttore generale dell’Asp di Palermo, Antonio Candela.

Poi Candela aggiunge: «A bordo dei nostri camper sono stati diagnosticati tumori in una fase asintomatica della malattia indirizzando così gli utenti ad un percorso di secondo livello nel rispetto dei protocolli internazionali. Il merito dell’ottima riuscita dell’iniziativa, arrivata alla quarantanovesima tappa in tre anni, va al personale dell’Asp ed alle Associazioni che ci hanno affiancato da Bisacquino a Carini, da Lampedusa a Petralia Soprana, da Linosa a Polizzi Generosa. Tutti hanno contribuito in maniera encomiabile a migliorare l’offerta sanitaria rendendo gli screening argomento familiare ai nostri utenti».

Nonostante la pioggia ed il freddo pungente sono state 1.726 le prestazioni erogate dal Villaggio della prevenzione a Chiusa Sclafani tra cui 196 di diabetologia, 120 di cardiologia, 54 di pneumologia, 88 nell’ambito dello screening del tumore alla tiroide e 76 per la prevenzione del melanoma, mentre sono state 107 le vaccinazioni antinfluenzali.

«Abbiamo avuto modo di constatare l’efficiente organizzazione e l’efficacia di del modello sanitario- ha detto il sindaco di Chiusa Sclafani, Giuseppe Cerasa– Per chi vive lontano dal capoluogo, Asp in Piazza rappresenta una straordinaria occasione per fare prevenzione senza doversi spostare da un ambulatorio all’altro».

L’iniziativa di Chiusa Sclafani è stata realizzata in collaborazione con la locale amministrazione comunale e con l’Airc, la LILT, l’Associazione “Serena a Palermo”, l’Associazione “Danilo Dolci” e la Federazione Medici sportivi.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV