Dal palazzo

L'iniziativa della Regione

Epatite C, al via in Sicilia la campagna di screening gratuito

Tutti i nati fra il 1969 e il 1989 potranno sottoporsi a un semplice prelievo di sangue. Ecco come partecipare

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. 320 laboratori di analisi convenzionati con il SSR con 680 punti di prelievo, 4.200 medici di medicina generale, 640 medici del lavoro, oltre 1600 farmacie e 5000 farmacisti e l’intero sistema delle strutture sanitarie pubbliche dell’isola. Sono i numeri di un’ampia e innovativa campagna di screening contro l’epatite C a cui oggi la Regione siciliana dà il via. Una campagna che punta a diventare una best practice, dando vita a un modello che potrà essere impiegato anche per altri screening.

La campagna nasce da un’esigenza apparsa chiara negli ultimi mesi: sono circa 20mila i siciliani che potrebbero aver contratto l’epatite C senza saperlo. Si tratta di una stima fatta dagli esperti che quotidianamente si confrontano con le malattie del fegato.
Ma oggi questa malattia può essere guarita in modo semplice, basta diagnosticarla prima che porti a gravi conseguenze come la cirrosi e il cancro del fegato.

La Regione siciliana conta su ben 32 centri afferenti alla rete HCV Sicilia, specializzati nella diagnosi e nella cura di questa malattia. Presso i centri clinici, attrezzati e bene organizzati, è possibile eradicare la malattia in breve tempo. Ma la malattia è silente, dunque il modo più semplice per individuarla è quello di effettuare una semplice analisi del sangue, prima che evolva e porti a gravi conseguenze.

Come funziona lo screening: semplice e totalmente gratuito
Per questo da oggi tutti i nati fra il 1969 e il 1989 potranno sottoporsi ad uno screening semplice e veloce. Si tratta di un semplice prelievo di sangue completamente gratuito. Non occorre ricetta o prescrizione del medico. Basta presentarsi in un qualunque laboratorio di analisi pubblico o privato convenzionato e chiedere di sottoporsi allo screening per l’epatite C, senza pagare nulla. Il risultato del test sarà comunicato all’interessato in modo semplice e veloce attraverso un SMS.

La campagna di informazione e il sito internet
Per portare la popolazione a conoscenza dell’esistenza di questa opportunità la Regione lancia anche una campagna che si svilupperà attraverso comunicazioni personali (lettera di invito da parte delle ASP) alla popolazione target (siciliani fra i 35 e i 55 anni) ma anche attraverso tutti i media, comprese delle pagine Facebook e Instagram dedicate. On line anche un sito internet, dove è possibile reperire ogni informazione sulla malattia e il test, e dove si può facilmente localizzare il laboratorio più vicino presso cui è possibile sottoporsi al test.
Basta collegarsi al sito bastapensarci.it o seguire le pagine della campagna su Facebook /bastapensarci.it e Instagram /bastapensarci.it per acquisire ogni tipo di informazione e rimanere aggiornati.

Il ruolo di medici, farmacie e farmacisti
Oltre alla essenziale collaborazione di tutti i laboratori di analisi, fondamentale è il contributo che daranno i medici di medicina generale, i medici del lavoro ed i farmacisti all’interno delle loro attività.

La loro competenza e la capacità di comprendere le esigenze particolari dei cittadini è fondamentale per la riuscita del programma di screening: a loro, infatti, i cittadini potranno rivolgersi per chiarimenti e indicazioni puntuali e competenti.

E io che ne sapevo
‘E io che ne sapevo’ è il messaggio della campagna che invita, dunque, al test semplice, veloce, e completamente gratuito per mettersi al sicuro contro l’epatite C, perché “è meglio pensarci ora, per non pensarci più”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche