Dal palazzo

La dichiarazione

Emergenza Covid, Musumeci: «Sicilia prestissimo in zona gialla»

Il presidente della Regione sottolinea: «Il rispetto delle norme è il primo obiettivo al quale dobbiamo guardare. Al vaccino non c'è alternativa».

Tempo di lettura: 1 minuto

CATANIA. «Mi sembra chiaro, è sotto gli occhi di tutti, che prestissimo andremo in zona gialla: siamo rimasti fuori per merito di tutti, ma temiamo che le feste natalizie possano condurci in zona gialla». Lo afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci, aggiiungendo: «La nuova variante del virus è facilmente contagiosa, ma meno virulenta per chi ha fatto il vaccino, soprattutto la terza dose. Affrontiamo con una certa serenità, ma senza rilassarsi il periodo delle festività, sapendo che il rispetto delle norme è il primo obiettivo al quale dobbiamo guardare».

«L’85% dei ricoverati per Covid nelle terapie intensive non ha fatto alcuna dose. Un motivo in più per ribadire che al vaccino non c’è alternativa. Noi possiamo dire di non essere ancora in emergenza, ma da un giorno all’altro si può passare a una condizione preoccupante se la condotta individuale e collettiva dei siciliani dovesse non rispettare le regole, che finora sono state sostanzialmente osservate nonostante le poche misure di controllo e sorveglianza».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche