Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
dimissioni comitato coronavirus precari asp

Dal palazzo

L'appello a Razza

Dotazioni organiche, la Fp Cgil Sicilia: «Si definisca subito l’iter e si facciano partire i concorsi»

Il sindacato scrive all'assessore regionale alla Salute e chiede una convocazione urgente: «È indifferibile l’avvio urgente dei processi di reclutamento del personale nelle aziende sanitarie».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Ad oggi la questione relativa alle dotazioni organiche è ancora aperta, solo alcuni documenti sono stati varati dalla Giunta regionale nella seduta del 7 settembre. Ne consegue che i piani di fabbisogno del personale di quasi tutte le aziende sanitarie sono ancora da approvare». Fp Cgil Sicilia torna a farsi sentire attraverso una nota indirizzata all’Assessore Razza, in cui viene puntualizzato lo stato delle cose  e richiesta in modo categorico la definizione dell’iter in modo da bandire i concorsi.

«Purtroppo- si afferma nella nota- nulla è di fatto cambiato a distanza di due mesi dalla disponibilità manifestata dall’Assessorato alla Salute, in occasione delle varie giornate dedicate al confronto, rispetto all’esigenza e all’utilità di procedere in modo concertativo con la parte Pubblica. Va anche sottolineato come, a fronte della volontà di apertura dimostrata dall’assessorato, nella maggior parte dei casi, ampiamente  stigmatizzati, abbiamo riscontrato  posizioni da parte delle Direzioni aziendali  di scarsa attenzione o addirittura di tentativi di azzeramento delle  relazioni sindacali,  nelle diverse realtà locali, con conseguenziale tendenza a sottrarsi ad un costruttivo confronto con il Sindacato. Pur nella consapevolezza dei gravi limiti dettati dal rispetto dei tetti di  spesa, nella maggior parte delle Aziende  non è previsto un adeguato investimento sul personale della sanità pubblica regionale. Occorre determinare  ora un importante cambio di passo, a fronte anche di una gestione emergenziale  della  quarta ondata della pandemia, i cui dati siciliani confermano  ancora una volta i limiti e le criticità storiche del  Servizio Sanitario Regionale».

«È indifferibile l’avvio urgente dei processi di reclutamento del personale– prosegue la nota- procedendo con i concorsi e le assunzioni per dare risposte ai bisogni di salute, al fine di assicurare una capacità di prevenzione, cura e riabilitazione su tutte le patologie, accompagnato dalla elaborazione di un progetto di efficientamento e rimodulazione della rete Sanitaria Regionale, sia territoriale che ospedaliera.  L’auspicio è che si possano superare i limiti dettati da tetti di spesa, in atto incompatibili con necessari e improcrastinabili piani straordinari di assunzione. Riteniamo che si debba riprendere il confronto e chiediamo all’Assessore Razza- conclude la nota di Fp Cgil Sicilia- una urgente convocazione della nostra Organizzazione Sindacale.  Occorre  rilanciare la Sanità siciliana».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati