Ospedale San Marco

ASP e Ospedali

donati cornee e fegato

Doppia donazione di organi al San Marco di Catania, cresce la generosità dei siciliani

Due diverse donazioni, le prime effettuate nel nuovo ospedale catanese. Nelle ultime settimane tanti i casi di trapianti di organi e tessuti avvenuti grazie a donatori siciliani.

Tempo di lettura: 2 minuti

Continua il periodo di generose donazioni di organi in Sicilia, dopo i diversi casi raccontati nei giorni scorsi dal nostro giornale che hanno riguarda gli ospedali Villa Sofia (leggi qui), Cannizzaro (leggiqui), Policlinico Martino di Messina (leggi qui), Umberto I di Siracusa (leggi qui), questa volta il gesto di grande generosità arriva dall’Ospedale San Marco di Catania dove si sono registrate due distinte donazioni di organi e tessuti.

Giovedì scorso sono state prelevate le cornee ad un paziente deceduto nella struttura che sorge a Librino, mentre nelle scorse ore è stato effettuato su un altro paziende deceduto il prelievo fegato e cornee.

Questo secondo prelievo di organi e tessuti è stato eseguito, grazie al consenso dei familiari, su un paziente catanese di 75 anni affetto da cerebro-vasculopatia. L’uomo era ricoverato presso il reparto di Rianimazione, diretto dal dottor Giacomo Castiglione.

Dopo gli atti propedeutici previsti e l’allerta del Centro Regionale Trapianti, il dottor Alessandro Conti, referente del Coordinamento locale dei trapianti dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Catania, ha curato le varie fasi a partire dal sostegno ai familiari del donatore. Sono stati così coinvolte la Direzione medica di presidio e altri specialisti, tra cui anatomo-patologo, oculista Davide Scollo, referente per il prelievo cornee e il personale di sala operatoria,  ma anche il  Coordinamento di indagini cliniche.

E’ stata così avviata la concertazione con l’equipe chirurgica dell’ISMETT di Palermo che ha effettuato il prelievo del fegato che andrà a restituire speranza ad un paziente ricoverato in una struttura di Milano, mentre le cornee, di entrambe le donazioni, sono state inviate alla Banca degli Occhi.

“Che il nostro gesto serva per sensibilizzare la gente a donare”, ha dichiarato uno dei figli del secondo paziente, a testimonianza di una consapevole scelta che è servita ad  aiutare altre persone.

“Un gesto di grande generosità che contribuisce a diffondere la cultura della donazione”, si legge nella nota dell’azienda sanitaria catanese.

Si tratta delle prime donazioni dall’apertura del nuovo nosocomio che sorge nel quartiere catanese di Librino.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.