assunzioni

Donna positiva al Giglio: «Lavoratori preoccupati, si faccia chiarezza»

23 Marzo 2020

Il sindacato Fials Confsal sollecita chiarimenti urgenti ai vertici della Fondazione.

 

di

PALERMO. Dopo il caso di una donna positiva al Giglio di Cefalù, il sindacato Fials Confsal sollecita chiarimenti urgenti ai vertici della Fondazione.

“Quali misure sono state adottate dopo la scoperta che era positiva, a cominciare da tamponi da effettuare sui medici a contatti con la paziente, e quali ulteriori azioni saranno intraprese per accertare la responsabilità di quanto accaduto?”: è quanto chiede il segretario aziendale Fials, Giuseppe Angiletti, sottolineando che è “per garantire la tutela e la salvaguardia di tutto i lavoratori”.

“Quando è accaduto è davvero anomalo e pericoloso – dice il segretario aziendale Fials, Giuseppe Angiletti – Le spiegazioni che sono state diffuse non hanno convinto i lavoratori che oggi sono fortemente preoccupati. La persona risultata positiva proveniva da Palermo, e questa è la prima cosa sbagliata perché sarebbe dovuta andare in un ospedale palermitano. Secondo, lo stesso Giglio aveva disposto la sospensione delle attività sanitarie ambulatoriali e quelle in regime di solvenza, nel rispetto di quanto già ribadito dall’assessorato regionale alla Salute. Come è stato possibile che il divieto sia stato violato?”.

La donna aveva accusato sintomi tipici del Coronavirus come malori, febbre alta e tosse. Era accompagnata dal figlio ed è andata al pronto soccorso. I sanitari dell’ospedale Giglio di Cefalù hanno iniziato a sospettare l’infezione da Covid19 e hanno disposto il trasferimento all’ospedale Cervello di Palermo, dove il tampone faringeo ha dato esito positivo. In seguito alla scoperta del caso positivo di Coronavirus il nosocomio è stato chiuso per due ore.

Nei giorni scorsi il sindaco Rosario Lapunzina ha assicurato: “Il Presidente della Fondazione, Dottore Albano, mi ha assicurato che è stato posto in isolamento il medico che aveva inizialmente trattato il caso e che sono state adottate tutte le procedure di sanificazione degli spazi del nosocomio in cui la paziente è transitata”.

 

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV