Donazione del sangue, l’unione fa la forza: al via intesa tra Associazione Cutino e Fisascat Cisl

1 Marzo 2018

Stamane a CasAmica, al Campus di Ematologia del Cervello, è stata firmata la convenzione fra le due organizzazioni. Ecco foto e video.

di Redazione

PALERMO. L’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello ha un fabbisogno di sangue dichiarato per il 2018 di 23.172 unità, ripartite in 12.500 unità per il Presidio “Cervello” e 10.672 per il Presidio “Villa Sofia”. L’Unità Operativa Complessa di Ematologia per le malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici assorbe da sola un fabbisogno di 5.300 unità, per le necessità dei pazienti talassemici.

Numeri importanti che testimoniano come la disponibilità di sangue sia un tema sempre all’ordine del giorno, soprattutto in previsione dei mesi estivi.

Con l’obiettivo di incrementare le donazioni di sangue a favore di Villa Sofia-Cervello, prende il via oggi la campagna di sensibilizzazione “Il Sindacato l’ho nel sangue”, promossa dall’Associazione Piera Cutino e dalla Fisascat Cisl Palermo Trapani.

Stamane a CasAmica, al Campus di Ematologia del Cervello, davanti ad un numerosa platea di aderenti alla Fisascat Cisl, potenziali donatori, la firma della convenzione fra le due organizzazioni, con il Presidente dell’Associazione Piera Cutino, Alessandro Garilli, e il Segretario Fisascat Cisl di Palermo-Trapani, Mimma Calabrò.

Presenti autorità aziendali e sindacali: il Direttore Sanitario di Villa Sofia-Cervello, Pietro Greco; Aurelio Maggio, Direttore dell’Unità Operativa di Ematologia e malattie rare del sangue e degli organi ematopoietici; Roberto Gentile, Direttore dell’Unità Operativa di Medicina Trasfusionale; Pierangelo Raineri, Segretario generale Fisascat Cisl nazionale; Leonardo La Piana, Segretario generale Ust Cisl Palermo Trapani, Massimo Farinella, Segretario regionale Cisl Medici.

Presente anche una delegazione dell’Anfi, l’Associazione nazionale finanzieri d’Italia sezione di Palermo, vicini da sempre al mondo della donazione di sangue e della talassemia in particolare, con il Presidente, il Generale Umberto Rocco, e i consiglieri Michele Nigro e il Maresciallo Leonardo Gentile.

L’accordo prevede che la Fisascat Cisl Palermo Trapani promuova la donazione del sangue tra i propri dirigenti sindacali, Rsa e Rsu e associati e fra le aziende firmatarie di contratti nazionali di lavoro e accordi di secondo livello, aziendali o territoriali, nei settori di propria pertinenza quali il terziario, il turismo e i servizi.

L’Associazione Cutino da parte sua farà da tramite con le Associazioni di raccolta sangue del territorio per l’organizzazione logistica della raccolta stessa, coordinerà le attività di raccolta sangue attraverso la disponibilità di un’autoemoteca e l’invio dei donatori al centro fisso, con un calendario delle donazioni nel periodo da aprile a settembre.

Garantirà anche l’effettuazione dei necessari esami di laboratorio per i donatori. Come ha spiegato Roberto Gentile, Direttore della Medicina Trasfusionale di Villa Sofia-Cervello, il fabbisogno di sangue resta ancora elevato, ma i dati più recenti lasciano ben sperare. Nel 2017 le prestazioni di trasfusione eseguite negli ospedali dell’area metropolitana di Palermo sono state 65751, cifra che comprende anche chi dona più volte nel corso dell’anno.

«Il diritto al lavoro e alla salute sono due priorità. Ecco perché siamo lieti di poter dare il nostro contributo con un’iniziativa così importante – dichiara Mimma Calabrò, Segretario Generale della Fisascat Cisl Palermo-Trapani – Il nostro sindacato conta migliaia di iscritti che, ne siamo certi, condivideranno l’iniziativa con grande sensibilità».

«Migliorare la qualità della vita dei pazienti talassemici. È questo quello in cui crede da sempre l’Associazione Piera Cutino – afferma il prof. Alessandro Garilli, Presidente dell’Associazione Piera Cutino. Con questo nuovo accordo con la Cisl Fisascat di Palermo Trapani, vogliamo affrontare uno degli aspetti fondamentali per la qualità della vita di questi pazienti: le trasfusioni di sangue. Per i pazienti talassemici, oltre 2.300 in tutta la Sicilia, il sangue è davvero fonte di vita e la trasfusione l’unica fonte di sopravvivenza. Riuscire a garantire la disponibilità di sangue per ogni paziente curato al campus di Ematologia è l’obiettivo concreto della partnership con la Fisascat Cisl Palermo Trapani».

Garilli aggiunge: «Contiamo di riuscire a coinvolgere tanti donatori nuovi che potranno donare il sangue al Centro trasfusionale dell’Ospedale “Cervello”. Un gesto semplice, donare il sangue, che fa bene a chi lo dona e a chi lo riceve.  Grazie a tutti coloro che doneranno il sangue garantendo così una migliore qualità di vita per tanti pazienti talassemici».

«Un accordo importante perché affronta una delle emergenze sanitarie della nostra città, la carenza di sangue per le trasfusioni- afferma Leonardo La Piana, Segretario Cisl Palermo Trapani- È un sindacato che vuole occuparsi non solo delle vertenze di lavoro e contrattuali, ma anche di una bella sinergia che stiamo mettendo in campo con la Fisascat e l’Associazione Cutino per portare in mezzo alla gente alcuni dei valori sociali che sono tipici del nostro sindacato».

sangue

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV