concorsi primari anestesisti Trauma Center Sant'Elia

Ditte esterne nelle sale operatorie, Caltagirone: «Gli anestesisti saranno assunti solo tramite concorso»

13 Marzo 2019

Il commissario straordinario dell'Asp di Caltanissetta durante un incontro ha illustrato al presidente regionale dell'Aaroi Emac il bando "sotto accusa".

 

di

CALTANISSETTA. Le prestazioni anestesiologiche e l’attività delle sale operatorie sono state al centro di un incontro tra il commissario straordinario dell’Asp di Caltanissetta, Alessandro Caltagirone (nella foto), e il presidente regionale dell’Aaroi Emac (Associazione Anestesisti Rianimatori Ospedalieri Italiani Emergenza Area Critica), Emanuele Scarpuzza.

Quest’ultimo aveva chiesto un incontro urgente al manager dell’Asp nissena (leggi qui) dopo le dichiarazioni relative all’appalto ad una ditta esterna della gestione delle sale operatorie. In particolare per Scarpuzza non potevano essere chieste prestazioni aggiuntive a medici anestesisti che non fossero assunti dall’Asp.

«Con il dottore Scarpuzza- ha detto il manager Alessandro Caltagirone- sono stati analizzati i temi che riguardano la carenza di anestesisti. L’esigenza comune era quella di dare risposte alla cittadinanza con l’abbattimento delle liste d’attesa. Sono stati analizzati anche i contenuti relativi al progetto di affidamento di gestione delle sale operatorie nel suo complesso e in particolare relativamente al supporto per il potenziamento delle ore di funzionamento delle sale operatorie».

Caltagirone annuncia: «Abbiamo convenuto con Scarpuzza che non si tratta di assunzioni del personale ma di servizi integrativi richiesti al soggetto esterno solo ed esclusivamente nel caso in cui il personale interno e le ore integrative ad esso richieste non siano sufficienti a dare una risposta adeguata all’utenza. Per essere più chiari, l’azienda garantirà le prestazioni anestesiologiche al personale interno presente e ad esso verrà richiesta l’esecuzione di prestazioni aggiuntive nei limiti orari previsti dal contratto di categoria».

Il commissario dell’Asp nissena sottolinea: «Inoltre, l’azienda si impegnerà al continuo reclutamento del personale anestesiologico nel numero massimo previsto in pianta organica. Sfrutteremo la norma inserita nella legge di bilancio che autorizza la partecipazione al concorso degli specializzandi all’ultimo anno di Anestesia e Rianimazione, come prevede d’altronde la circolare del dottore Mario La Rocca, direttore generale dell’assessorato. Sia io che il dottore Scarpuzza abbiamo chiuso l’incontro ritenendoci soddisfatti di quanto concordato, garantendo da un lato pienamente le esigenze del personale interno e riuscendo dall’altro a dare risposte sia in termini di efficacia che di efficienza in ambito chirurgico e anestesiologico».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV