Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Prelievo guardie mediche pasti dirigente medico

ASP e Ospedali

La replica al sindacato

Distribuzione dei pasti negli ospedali siracusani, l’Asp: «Nessuna irregolarità»

La replica alle accuse del sindacato Fsi

Tempo di lettura: 3 minuti

«Le presunte difformità sollevate a mezzo stampa dal signor Corrado Barrotta, commissario del sindacato FSI, in ordine alla qualità e alle modalità di distribuzione dei pasti nelle strutture ospedaliere dell’Asp di Siracusa, con particolare riferimento all’ospedale A. Rizza di Siracusa da parte della Ditta “C.O.T.” cui le immagini a corredo si riferiscono, sono illazioni prive di fondamento, approssimative e gratuite, lesive dell’immagine della sanità siracusana, che tendono a screditare e a stimolare disaffezione e sfiducia nei pazienti»..

Lo scrive in un comunicato stampa l’Asp di Siracusa, aggiungendo: «L’infondatezza di tali affermazioni è emersa da una accurata indagine che ha disposto il commissario dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta (nella foto) dando mandato alla Direzione medica di presidio di esercitare tempestivamente ogni azione di verifica e di eventuale intervento con la convocazione di un incontro al quale hanno partecipato responsabile e coordinatore della Direzione medica di presidio, dietiste, responsabile e coordinatore della Ditta».

«In relazione alle fasi di distribuzione è stato precisato che gli operatori della Ditta prendono in carico i contenitori termici contenenti i pasti sigillati e procedono personalmente alla loro distribuzione in base alle richieste effettuate dai pazienti. Nessun operatore dell’Asp partecipa alla distribuzione, né ha motivo di avvicinarsi al carrello. I contenitori con i pasti vengono consegnati direttamente al letto del paziente ed è il paziente stesso ad aprire il pasto. La distribuzione avviene dalle ore 7.30 alle 8,30 per la colazione, dalle 12 alle 13,30 per il pranzo e dalle 18 alle19,30 per la cena».

«La foto è stata scattata davanti alla porta del Centro diurno Alzheimer e riprende un contenitore vuoto in attesa di essere ritirato. Ciò nonostante, per il futuro, è stato dato mandato al personale di mantenere il contenitore vuoto all’interno del reparto».

La Ditta C.O.T. ha tenuto a precisare, inoltre, che «per quanto riguarda il rispetto delle norme HACCP le stesse vengono scrupolosamente osservate e le procedure sono certificate ISO 22000 2005 e ISO 10854 1999″.

«Da quanto premesso- sottolinea il commissario dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta- risulta evidente che le disfunzioni lamentate in relazione alla fornitura dei pasti risultano infondate. Ciò nondimeno il personale degli Uffici preposti è stato invitato a rafforzare la vigilanza in tutte le fasi, dalla produzione alla consegna dei pasti, con rigore e sistematicità. Le segnalazioni, se veritiere, sono preziose e auspicate dall’Azienda, e per ciò ringraziamo anche la stampa per il prezioso ruolo che svolge, poiché ci consentono di migliorare la qualità dei servizi erogati a favore dei pazienti che per noi sono al centro del sistema sanitario. In casi come questo segnalato, invece, e non è il primo, l’Azienda si riserva ogni tutela al riguardo».

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati