Dirigenti e manager senza titoli, in assessorato arrivano i carabinieri

22 Gennaio 2016

Requisiti i documenti della commissione incaricata di redigere l’albo. Al Palazzo di Giustizia starebbero valutando se aprire formalmente una indagine.

 

di

PALERMO. Il caso Noto sarebbe solo la punta di iceberg. Sotto la lente d’ingrandimento dopo il caso che ha coinvolto l’Asp di Palermo è proprio l’albo degli aventi diritto a ricoprire i ruoli apicali della sanità siciliana: direttori sanitari e direttori amministrativi presso le Asp, direttori generali delle aziende ospedaliere, manager. Pare siano in molti a comparirvi senza possedere, in realtà, i titoli necessari.

I carabinieri hanno anche visitato gli uffici dell’assessorato regionale alla Sanità per sequestrare i documenti della commissione incaricata, ormai 3 anni fa, di redigere l’albo oggi sotto accusa.

I Nas avrebbero acquisito materiale e lo avrebbero consegnato alla magistratura che starebbe valutando se aprire formalmente un indagine.

L’Asp di Palermo in questi giorni ha dovuto affrontare un altro caso analogo, quello di Antonio Guzzardi, direttore amministrativo presso l’Asp 6, accusato dalla Fials di non avere il curriculum in regola. Questa volta però il direttore generale Antonio Candela si è schierato al fianco del burocrate, garantendo sulla veridicità di curricula e allegati.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV