Giuseppe Lombardo

Dal palazzo

La polemica

Direttori generali, scoppia il caso all’Ars: «Iniziativa arbitraria e illegittima»

Tre deputati dei Popolari e Autonomisti e l'assessore Di Mauro commentano così il criterio di valutazione degli aspiranti dg.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. “Circolerebbe un elenco- redatto non si sa da chi- di aspiranti direttori generali della sanità, non si capisce se idonei o più idonei rispetto a meno idonei e perciò nominabili o forse no. Sarebbe un’iniziativa arbitraria, abusiva e illegittima, che vede la disapprovazione unanime della Commissione Sanità dell’Ars e di cui neppure il Presidente della Regione fino a ieri era a conoscenza”.

Così l’onorevole Giuseppe Lombardo (nella foto), componente della Commissione Sanità all’Ars, insieme ai deputati dei Popolari e Autonomisti Giuseppe Castiglione e Giuseppe Carta e all’assessore Roberto Di Mauro in merito all’elenco dei maggiormente idonei alla carica di direttori generali della Sanità siciliana,  pubblicato in anteprima da Insanitas (CLICCA QUI) che ha avuto visione della valutazione dei candidati portata a termine dalla commissione esaminatrice.

“A scanso di ricorsi- conclude Lombardo- alle magistrature penale ed amministrativa, di equivoci e di polemiche, di cui non si avverte il bisogno, è indispensabile che si assicuri che il fantomatico elenco, ammesso che esista, non ha nessun valore e si prenda atto che la commissione esaminatrice ha dichiarato idonei gli esaminati che hanno superato la prova”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche