Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fials

ASP e Ospedali

Il sindacato replica al dg Sirna

Dipendente dell’Asp di Messina svenuto dopo 15 giorni lavorativi di fila, la Fials va all’attacco

Il sindacato replica alle dichiarazioni del direttore generale Gaetano Sirna, in merito alla questione del tecnico di laboratorio che ha accusato un malore.

Tempo di lettura: 2 minuti

MESSINA. Il sindacato Fials replica alle dichiarazioni del direttore generale dell’Asp di Messina, Gaetano Sirna, in merito alla questione del tecnico di laboratorio che ha accusato un malore dopo 15 giorni di lavoro consecutivi (leggi qui).

In quell’occasione Sirna ha dichiarato ad Insanitas che si tratterebbe solo di strumentalizzazioni perché si è trattato di un caso episodico verificatosi a causa di esigenze di servizio contemplate dalla norma.

Secondo il sindacato, però, la situazione non sarebbe quella delineata dal dg perché comunque «non può ritenersi che gli episodi di prolungamento orario o la mancata concessione dei riposi settimanali siano contemplati dalla norma, in quanto sono vietati e nel caso specifico non erano dovuti ad esigenze improvvise di servizio come invece si è rappresentato».

Esprimendo forte preoccupazione la Fials si rivolge direttamente al direttore generale dell’Asp 5: «La sua dichiarazione appare superficiale e improvvida, ma siamo sicuri che sia frutto di una impulsiva necessità di giustificazione da rilasciare agli organi di stampa e non certamente un tentativo di “nascondere la polvere sotto al tappeto o peggio ancora di sottacere alle responsabilità- si legge nella nota inviataci- Siamo certi anche che una attenta ed accurata indagine interna sulla questione farebbe emergere le evidenti contraddizioni e le violazioni».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati