Dalla Danimarca alla Sicilia per continuare a sperare: Ismett, bypass MesoRex per due piccoli pazienti danesi

21 Giugno 2017

L'intervento riuscito all'Istituto mediterraneo per i Trapianti di Palermo. Saranno entrambi dimessi entro la fine di questa settimana

 

di

PALERMO. Si chiamano Martin e Sophie e sono due bambini danesi rispettivamente di 11 e 9 anni. Entrambi affetti da una patologia che comporta un’ostruzione di un tratto della vena porta e che non permette il fluire del sangue dall’intestino al fegato, causando un’ipertensione nel sistema portale (in un caso l’origine del problema era stato determinato da cavernoma portale, nel secondo caso da una trombosi della vena porta criptogenica, ndr).

I due bambini, accompagnati dai genitori, sono arrivati presso l’Istituto Mediterraneo per i Trapianti e Terapie ad Alta Specializzazione (ISMETT) di Palermo lo scorso 12 giugno per essere sottoposti ad una delicata operazione, un intervento di bypass con la tecnica MesoRex.

Il bypass Meso-Rex è una tecnica molto particolare, l’unica vera procedura che permette una cura fisiologica di questo tipo di problema. La metodologia è utilizzata in pochissimi centri ed è stata inventata nel 1992 dal professore Jean de Ville de Goyet, da qualche mese a capo della Chirurgia Addominale Pediatrica di ISMETT. Entrambi sono stati sottoposi al delicato intervento la scorsa settimana e sono già in buona forma.

«Le loro condizioni cliniche sono buone-  spiega il professore Jean de Ville de Goyet- La piccola Sophie lascerà l’ospedale oggi mentre Martin verrà dimesso entro la settimana».

I due bambini hanno ricevuto proprio ieri la visita del Console della Danimarca a Palermo, Maria Carolina Castellucci. La Console si è intrattenuta a parlare con le famiglie dei due bambini, a cui ha portato anche alcuni doni, e con i medici di ISMETT. Ha quindi visitato l’ospedale ed il nuovo reparto di Chirurgia addominale pediatrico che sarà operativo entro fine estate.

«Vedere i miei connazionali stare bene- ha sottolineato il Console- è per me una gioia immensa. Sono molto contenta di aver potuto visitare ISMETT e di aver potuto portare i miei saluti ai pazienti».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV