Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
casa di cura macchiarella ivan fazio

Case di cura

Sanità e innovazione

Cure Oncologiche, alla Casa di Cura Macchiarella arriva il Sistema Catalyst+ HD

La clinica palermitana è la prima in tutto il sud Europa a dotarsi di questa tecnologia di ultimissima generazione.

Tempo di lettura: 4 minuti

Da circa una settimana è in funzione presso l’Unità Operativa di Radiologia della Casa di Cura Macchiarella di Palermo il sistema Catalyst+ HD, presentato in anteprima mondiale durante l’ultimo congresso americano di radioterapia oncologica (ASTRO), svoltosi a Chicago. Si tratta di un sistema non invasivo per Surface IGRT (Surface Image Guided Radiation Therapy) che prevede il monitoraggio continuo e sub-millimetrico delle lesioni oncologiche durante il trattamento.

L’obiettivo del trattamento radioterapico è l’accurata somministrazione di dose al target tumorale (definito volume bersaglio) preservando i tessuti sani circostanti. L’utilizzo di sistemi di Surface IGRT consente proprio di monitorare con precisione sub-millimetrica la lesione ad ogni seduta di trattamento e di minimizzare, fin quasi ad evitare del tutto, l’irradiazione dei tessuti sani, con benefici per il paziente sia nel breve periodo che a lungo termine.

La tecnologia di Catalyst+ HD, che la casa di cura palermitana ha acquistato dall’azienda italiana Tecnosan, viene in supporto dell’operatore e del paziente nelle diverse fasi del trattamento: dal posizionamento del paziente fino al monitoraggio continuo durante la seduta, oltre che risultare di cruciale importanza nei trattamenti sincronizzati con l’atto respiratorio. Infatti Catalyst+ HD permette di svolgere sia trattamenti radioterapici in respiro libero che a respiro controllato, con la collaborazione del paziente e un sistema di  coaching visivo.

I trattamenti sincronizzati con l’atto respiratorio (gating respiratorio) portano numerosi benefici    al paziente e consentono di ridurre la dose a tessuti a rischio (ad esempio il cuore), nel caso di irradiazione della mammella sinistra, di oltre il 90%.

“Oggi i trattamenti integrati di radio e chemio terapia garantiscono risultati e sopravvivenze impensabili fino a 10 anni fa – afferma il dottor Ivan Fazio, responsabile dell’Unità Operativa di Radiologia della Casa di Cura Macchiarella – per questo particolare attenzione va riservata ai possibili effetti collaterali a lungo termine. In particolare questo trattamento è particolarmente indicato per le neoplasie mammarie in età giovanile, poiché riduce dal 10% all’1% la tossicità cardiaca successiva al trattamento”.

Sicurezza per Covid-19

La CdC Macchiarella, da sempre attenta alla qualità delle cure offerte, ha completato la tecnologia di Catalyst+ HD con un sistema di coaching visivo contactless.

Si tratta di una tecnologia studiata appositamente per i trattamenti sincronizzati con l’atto respiratorio: grazie a pannelli dedicati installati nella sala di trattamento, l’illuminazione dell’intera sala cambia colore in base alla respirazione del paziente e permette al paziente stesso di avere un feedback visivo immediato (coaching visivo).

Questa tecnologia è contactless perché non prevede il contatto di alcun dispositivo con il paziente, in conformità con le normative sulla sicurezza e la riduzione del rischio di contagio da Covid-19. Anche in questa scelta la CdC Macchiarella dimostra l’attenzione verso i propri pazienti e operatori.

La Casa di Cura

La Casa di Cura Macchiarella è una casa di cura privata situata a Palermo in Viale Regina Margherita, 25. La struttura, fondata dal radiologo Biagio Macchiarella negli anni ’50, oggi è gestita dal dott. Vittorio Macchiarella e dispone di 129 posti letto. La CdC Macchiarella è un importante centro privato accreditato: eroga, in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), prestazioni mediche in regime ambulatoriale, in Day Hospital e con degenza. Sono inoltre accreditati con il SSN il Laboratorio di Analisi Cliniche, il Servizio Diagnostico per Immagine, l’ambulatorio di Cardiologia, Chirurgia Generale e di Radioterapia.

Proprio l’Unità di Radioterapia, guidata dal dott. Ivan Fazio, è diventata un punto di riferimento a Palermo per i pazienti oncologici che si devono sottoporre a trattamento radioterapico. Dal 2011 la CdC Macchiarella ha intrapreso un virtuoso percorso di crescita clinica sostenuto da importanti investimenti tecnologici, tra cui 2 acceleratori lineare di ultima generazione e sistemi che garantiscono una sempre maggiore qualità terapeutica.

In un’ottica di continua innovazione e aumentata accuratezza del trattamento, la CdC Macchiarella ha scelto l’innovativo sistema Catalyst+ HD, installato nel 2020. La CdC Macchiarella è il primo centro nel sud Europa ad averlo acquistato. Questa soluzione, sviluppata dall’azienda svedese C-RAD, permette di effettuare trattamenti con Surface IGRT (Surface Image Guided Radiation Therapy), aumentando la precisione di ogni seduta di Radioterapia.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati