Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Il dato

Covid, a Lampedusa 1.188 vaccinazioni in tre giorni

Al lavoro operatori dell'Asp di Palermo e l'Esercito. Somministrate 200 prime dosi, di cui 69 alla fascia pediatrica.

Tempo di lettura: 2 minuti

Daniele con i suoi 5 anni e 4 mesi è stato il più piccolo tra i vaccinati nel primo week end di somministrazioni del 2022 a Lampedusa. Gli operatori dell’Asp di Palermo, coadiuvati da un Presidio Vaccinale Mobile della Difesa, hanno lavorato intensamente per tre giorni nei locali della scuola Giovanni Pascoli di via Roma.

Sono state complessivamente 1.188 le vaccinazioni somministrate, di cui 200 prime dosi. Un dato, quest’ultimo, che ha consentito di elevare a 5.009 il numero delle persone vaccinate almeno con una dose a Lampedusa (82,68% della popolazione target). Sono state, invece, 132 le seconde dosi e 856 quelle booster.

“La popolazione di Lampedusa ha sempre risposto numerosa all’appello alla vaccinazione anticovid – ha sottolineato il Direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni – grazie alla perfetta sinergia con l’Esercito è stato condotto un piano vaccinale che ha consentito di dare continuità alle somministrazioni. L’ultimo turno organizzato nello scorso fine settimana è emblematico dell’impegno e degli sforzi che si stanno facendo per andare incontro alle legittime richieste della popolazione alla quale continueremo ad assicurare il servizio a cadenza periodica”.

La partecipazione di medici e infermieri dell’Esercito anche a Lampedusa discende dall’ormai consolidata collaborazione tra Sanità e Forze Armate, su input del Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, sotto l’egida del Comando di Vertice interforze, e sul territorio siciliano, grazie al coordinamento del generale Maurizio Angelo Scardino.

La scelta di vaccinare all’interno dell’Istituto Giovanni Pascoli (e non in quelli tradizionali del Poliambulatorio dell’Asp di Contrada Grecale) è nata dell’esigenza di dedicare particolare attenzione alla fascia pediatrica, e cioè a quei bambini di 5-11 anni che hanno ricevuto la somministrazione della prima dose di vaccino negli stessi locali che frequentano quotidianamente per le lezioni scolastiche.

A fronte delle inziali 10 prenotazioni, sono state poi 69 le dosi somministrate (18,75% degli aventi diritto) alla fascia pediatrica. Tutti i bambini sono stati accolti da un team dedicato che ha anche donato matite colorate e palloncini con la scritta “Io mi sono vaccinato”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche