Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus ospedale garibaldi ascesso cerebrale

Dal palazzo

Ancora in Sicilia

Coronavirus, un caso a Catania: siciliana di ritorno dalla Lombardia

La conferma di Musumeci.

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo i precedenti di Palermo, ora anche a Catania c’è il Coronavirus: una donna, infatti, è risultata positiva al test di due tamponi.

Il governatore Nello Musumeci sottolinea: “Stiamo aspettando ora l’esito dell’Istituto Spallanzani per la conferma”. Si tratta  di una catanese rientrata da Milano nei giorni antecedenti l’inizio della emergenza lombarda.

L’assessore Ruggero Razza afferma: “In isolamento domestico sono stati posti anche i due suoi familiari conviventi, privi di qualsiasi sintomatologia .Gli altri casi esaminati ieri, tra cui quello della paziente ricoverata al San Marco di Catania, sono negativi. E non risulta in città alcuna ulteriore criticità”.

Musumeci ha aggiunto: “La Sicilia non è una terra in cui non si può sbarcare e non si può atterrare, però servono controlli. Non è possibile che i casi registrati di positività al coronavirus riguardano turisti del Nord perché nella nostra isola non c’è un focolaio. Sarebbe meglio che i turisti dal Nord non venissero. L’ho detto, e lo ripeto, i turisti provenienti dalle zone gialle farebbero meglio a rimandare di qualche settimana il loro arrivo in Sicilia. Il mio è un appello alla prudenza, nell’interesse di tutti”.

Il governatore sottolinea: “La Sicilia è e resta, finora, una regione sicura, dove trascorrere la vacanza in un clima assai propizio. Per questo da giorni invito tutti, anche certa stampa, a non fare terrorismo psicologico. In ogni caso, chi arriva da una zona colpita dall’epidemia ha il dovere di informare le autorità sanitarie siciliane, come stabilito dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati