Policlinico di Messina prelievo organi maxi tumore adenomi ipofisari meningite energia elettrica portale web tumori neuroendocrini

Coronavirus, divampa un focolaio in una Casa di Riposo di Messina

25 Marzo 2020

Anziani e operatori bloccati all'interno della struttura. E una donna di 97 anni, positiva al Covid-19 e affetta anche da altre patologie, è deceduta in nottata al Policlinico.

 

di

MESSINA. Non migliora l’emergenza nella città dello Stretto, dove i contagi sono arrivati a 135 e si registrano purtroppo, le prime vittime.

Una donna di 97 anni, positiva al Covid-19 e affetta anche da altre patologie, è deceduta in nottata al Policlinico a causa di insufficienza cardiorespiratoria, mentre un uomo di 80 anni, a cui era stato eseguito il tampone (i risultati non sono ancora noti) perché accusava i sintomi del Coronavirus, è morto alla Clinica Cristo Re.

Intanto, preoccupa la situazione all’interno della Casa di riposo “Come di incanto”, dove nei giorni precedenti si è sviluppato un vero e proprio focolaio e da cui proveniva la 97enne morta al Policlinico.

Molti anziani che presentano febbre alta e sintomatologia sospetta, sono bloccati all’interno dell’edificio, insieme agli operatori che stanno continuando ad assisterli, senza dispositivi di protezione adeguati e allo stremo delle forze.

Alcuni dei pazienti sono stati spostati nei Covid Hospital dedicati, ma il trasferimento sta avvenendo in maniera molto lenta e le condizioni di parecchi si stanno aggravando velocemente, come ha denunciato lo stesso personale, che ha affidato la propria richiesta d’aiuto ad un video su Facebook.

Si sta inoltre provvedendo ad ultimare i tamponi su tutti i presenti, ma è emerso che già l’80% degli anziani sottoposti al controllo, sarebbe risultato positivo. A rivelarlo è stato il primo cittadino Cateno De Luca, che nel pomeriggio si è recato sul luogo, confrontandosi con i rappresentanti dell’ASP e con la direttrice della Casa di riposo.

Il virus avrebbe colpito anche molti degli operatori, che con grande spirito di sacrificio stanno continuando a svolgere il proprio lavoro. Il numero dei contagiati a Messina, sembra quindi destinato a crescere in modo esponenziale e nelle prossime ore potrebbe superare il numero ufficiale fornito oggi dall’ASP.

Il sindaco ha chiesto pazienza agli addetti, comunicando loro che per sgomberare la struttura e avere l’esito di tutti i tamponi ci vorranno almeno tre giorni. «Faccio appello al vostro senso di responsabilità- ha detto De Luca- Nessuno vi può imporre di rimanere dentro, ma è necessario che qualcuno accudisca gli ospiti in attesa dello sgombero della casa di riposo».

Una vicenda che sta diventando sempre più allarmante e che sta mettendo a dura prova il personale, ormai fortemente provato dalla situazione.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV