Coronavirus, Razza: «La Sanità siciliana è pronta a gestire eventuali casi»

17 Febbraio 2020

L'assessore regionale alla Sanità: "Abbiamo acquistato autonomamente i tamponi usati allo Spallanzani".

di Andrea Sessa

«La Regione Siciliana e la sua Sanità sono pronte e reattive». Parola dell’assessore alla Salute Ruggero Razza che, a margine di un incontro politico a Catania, ha fatto il punto sulle misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Dopo il falso allarme di Palermo nei giorni scorsi, nelle ultime ore anche a Siracusa si era diffusa la psicosi a causa di un caso sospetto. Il paziente, di origine cinese di ritorno dal suo Paese, è stato sottoposto agli esami di rito che hanno dato esito negativo.

«Abbiamo recepito le indicazioni della task force nazionale– ha detto Razza- e oggi ho incontrato quella regionale. La Sicilia ha deciso di acquistare autonomamente i tamponi usati allo Spallanzani per verificare l’eventuale presenza del Coronavirus nei casi sospetti. Al momento tutti i casi sospetti sono risultati negativi».

L’assessore alla Salute ha voluto sottolineare la «forte reattività del sistema sanitario siciliano. La Sicilia dimostra di essere tra le Regioni italiane quella meglio organizzata sotto il profilo dell’efficienza sanitaria. L’appello ai cittadini è che evitino di recarsi nella struttura di pronto soccorso: in casi sospetti di Coronavirus possono rivolgersi al medico di famiglia o telefonare al numero unico dell’emergenza. Inoltre c’è il numero 1500 messo a disposizione dal Ministero che è in grado di fornire indicazioni sul percorso da attuare in caso di sintomi sospetti».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV