Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
cura italia blocco coronavirus

Dal palazzo

L'annuncio del Premier

Coronavirus, limitati gli spostamenti e vietati gli assembramenti in tutta Italia

Il premier Conte: "Tutte le Regioni diventano zona protetta". Prorogata fino al 3 aprile la sospensione dell'attività didattica nelle scuole e nelle Università.

Tempo di lettura: 2 minuti

Tutta l’Italia diventa zona protetta per evitare il contagio del Coronavirus: sono vietati gli spostamenti se non quelli per comprovate motivazioni di lavoro o di necessità oppure di salute. Inoltre sono vietati gli assembramenti all’aperto e in luoghi pubblici.

Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte durante una conferenza stampa, sottolineando: “È il momento di restare a casa” e aggiungendo che «non c’è tempo» per contrastare l’avanzata del virus: «Occorre rinunciare tutti a qualcosa».

Inoltre la sospensione dell’attività didattica nelle scuole e nelle Università è prorogata fino al 3 aprile e sarà sospeso il campionato di calcio di Serie A.

«I numeri ci dicono che stiamo avendo una crescita importante dei contagi, delle persone ricoverate in terapia intensiva e subintensiva e  anche delle persone decedute. La nostre abitudini quindi vanno cambiate. Vanno cambiate ora. Ho deciso di adottare subito misure ancora più stringenti, più forti- ha detto Conte- Sto per firmare un provvedimento che possiamo sintetizzare come “io resto a casa”. Non ci sarà più una zona rossa nella penisola. Ci sarà l’Italia zona protetta».

Da domani mattina (martedì) chiunque dovrà spostarsi da un Comune all’altro dovrà avere una giustificazione e presentare una autocertificazione per il controllo.

“Per i trasporti non è all’ordine del giorno una limitazione dei trasporti pubblici, per garantire la continuità del sistema produttivo e consentire alle persone di andare a lavorare”, precisa il premier.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati