Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
corso cefpas

Dal palazzo

La direttiva

Coronavirus, l’Assessorato alla Salute: «Siano reclutati con urgenza medici, infermieri e Oss»

La direttiva rivolta alle aziende sanitarie siciliane per potenziare le Terapie Intensive.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Il reperimento urgente di personale per le terapie intensive: in tema di emergenza da Coronavirus, è quanto dispone l’assessorato regionale alla Salute guidato da Ruggero Razza, con  una direttiva a firma del dirigente generale Mario La Rocca inviata ai vertici delle Aziende sanitarie siciliane.

Nella nota anzitutto si ribadisce che come concordato durante una riunione operativa che si è svolta il 4 marzo in assessorato, i manager dovranno «autorizzare l’effettuazione di prestazioni aggiuntive del personale medico anestesista e del personale infermieristico per le Terapie intensive».

Via libera anche all’utilizzo «del personale medico anestesista in servizio presso le Case di Cura convenzionate per effettuare prestazioni in regime di attività libero-professionale».

La direttiva prevede pure la possibilità di «fare ricorso a società interinali per il pronto reperimento di dirigenti medici anestesisti».

Inoltre, dall’assessorato alla Salute sollecitano «le direzioni generali delle Aziende che non hanno beneficiato in maniera esaustiva delle procedure di bacino già espletate, e in particolare quelle di Agrigento, Caltanissetta, Enna, Ragusa, Siracusa e Trapani, a definire con la dovuta celerità le procedure concorsuali già autorizzate per la disciplina di anestesia e rianimazione».

Infine, le Aziende capofila per le procedure concorsuali di infermieri e Oss dovranno «definire con la massima sollecitudine il relativo reclutamento».

Non sono tardate le risposte delle aziende sanitarie, in particolare l’Asp di Trapani (leggi qui) e l’Asp di Palermo (leggi qui) che hanno già avviato delle procedure di reclutamento a tempo determinato

Ma c’è anche chi ritiene che l’invito ad assumere anestesisti ed infermieri non sia sufficiente. Fra questi il professore Antonio Cascio che, pur apprezzando l’intenso lavoro in corso, invita ad estendere le procedure di reclutamento ad altre figure professionali indispensabile per fronteggiare la situazione (leggi qui)

La direttiva dell’assessorato alla Salute

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati