Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Ferlazzo

Case di cura

L'intervento di Ferlazzo

Coronavirus, l’Aiop Sicilia: «Ecco le misure previste dagli ospedali privati accreditati»

L'intervento di Marco Ferlazzo, presidente regionale dell’Associazione Italiana Ospedalità privata.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «In questo delicato momento di particolare tensione e preoccupazione che vive il nostro Paese, anche gli ospedali privati accreditati, in quanto componente di diritto privato del Servizio sanitario regionale, stanno dando il loro contributo per la lotta alla diffusione del contagio da COVID-19, più noto come coronavirus».

Lo afferma il presidente regionale dell’Associazione Italiana Ospedalità privata (AIOP) Marco Ferlazzo (nella foto), aggiungendo: «Le nostre strutture sia attraverso gli ambulatori che con i loro reparti di degenza, nei quali annualmente passano migliaia di pazienti, hanno tempestivamente messo in atto tutte quelle misure necessarie per prevenire e ridurre la diffusione del virus a tutela dei cittadini, attuando scrupolosamente le direttive nazionali e regionali che sono state emanate, sino ad oggi, dalle autorità a ciò preposte e che sono in costante aggiornamento».

Ferlazzo aggiunge: «In quest’ottica, oltre a tutte le misure che già si adottano nei nostri ospedali per la lotta alle infezioni ospedaliere e alla sindrome influenzale stagionale, sono state assunte ulteriori precauzioni per i pazienti e per gli oltre 7 mila operatori sanitari che, quotidianamente, con dedizione e professionalità, si mettono a servizio dei pazienti all’interno dei nostri ospedali».

«Abbiamo, infine, ritenuto utile, a supporto delle misure già prese, divulgare, attraverso le nostre strutture, quelle semplici regole di igiene che vanno rispettate dai cittadini, onde prevenire la diffusione di virus e batteri. Riteniamo, infatti, che soltanto con un’azione sinergica ed attenta di tutti gli operatori del settore sanitario, pubblico e privato, e con una larga diffusione dei comportamenti corretti da parte dei cittadini, si potrà dare una risposta efficace a questo momento emergenziale, che ci vede tutti coinvolti e partecipi a tutela della salute pubblica».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati