Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

L'appello alla Regione

Coronavirus, la Ugl Sicilia: «Sia dato un incentivo straordinario agli operatori sanitari»

Il sindacato chiede che nella Finanziaria regionale sia concesso un emolumento extra, sulla falsa riga di quanto hanno già stabilito altre regioni in Italia.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Premiare il sacrificio di migliaia di lavoratori siciliani con un incentivo straordinario una tantum»: è la proposta che la Ugl Sicilia, con i segretari Carmelo Urzì e Raffaele Lanteri delle federazioni Sanità e Medici, ed il segretario regionale Giuseppe Messina, ha inviato al presidente della Regione, Nello Musumeci, ed all’assessore della Salute Ruggero Razza.

«L’Ars dovrà esaminare il testo della Legge di stabilità trasmesso dalla Giunta regionale e crediamo non ci sia occasione migliore per aggiungere, nell’ambito degli equilibri finanziari, una disposizione mirata ad assegnare un emolumento extra a medici, infermieri ed operatori sanitari a vario titolo, anche del 118, sulla falsa riga di quanto hanno già stabilito altre regioni in Italia».

«In queste settimane- fanno notare Urzì, Lanteri e Messina- tutto il personale sanitario è duramente impegnato sia direttamente nella lotta al Covid-19 che nella riorganizzazione delle attività ospedaliere. Un impatto operativo e psicologico notevole, considerato che per molti sanitari Coronavirus vuol dire anche andare a dormire in un appartamento diverso dalla propria abitazione o in stanze diverse di casa, straordinari massacranti, ovvero un incremento della situazione di stress che riteniamo possa essere compensata con una forma ulteriore di incentivazione».

Secondo la Ugl «un intervento del genere non andrebbe ad intaccare i fondi annuali delle aziende ospedaliere riservati alla produttività e, quindi, eviterebbe conflitti tra i dipendenti, poichè il rischio sarebbe che determinate fasce si sentirebbero derubate delle somme riservate a tutti i lavoratori a prescindere dalla questione emergenziale».

«È per questa ragione – concludono i sindacalisti della Ugl Sicilia – che chiediamo al presidente Musumeci ed all’assessore Razza un incontro, finalizzato ad individuare la strada che possa consentire l’approvazione a breve dell’apposita norma e il necessario accordo sindacale per la regolamentazione dell’incentivo richiesto».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati