Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus

Farmacia

La circolare dell'assessorato

Coronavirus, in Sicilia le farmacie potranno operare a porte chiuse anche di giorno

Lo prevede una circolare dell'assessore Ruggero Razza che dà il via libera anche agli sportelli posti all'esterno. L'utenza non dovrà pagare alcun diritto addizionale.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Nell’ambito delle attività di contenimento dell’epidemia Coronavirus, l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, con una propria circolare ha regolamentato l’accesso ai servizi delle farmacie siciliane.

Di fatto, per tutta la durante della fase emergenziale, anche nelle ore diurne si procederà come avviene tradizionalmente durante la sera, cioè mediante gli sportelli posti all’esterno della farmacia o con la porta d’accesso chiusa.

Questa misura riguarderà esclusivamente quelle farmacie che in questa fase non sono in grado, per ragioni strutturali, di poter adottare tutte le misure previste dalle direttive nazionali finalizzate al contenimento del contagio del virus.

L’utenza non dovrà pagare alcun diritto addizionale. Va ricordato, infine, che anche in questo ambito i cittadini dovranno rispettare tutti i comportamenti previsti dalla linee guida per evitare il diffondersi del Coronavirus.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati