Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus

Dal palazzo

L'appello a governo Musumeci

Coronavirus in assessorato, i sindacati: «Si faccia ricorso al lavoro agile»

L'appello al governo regionale da parte delle segreterie regionali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir e Sadirs dopo il caso di positività tra i dipendenti della sede di piazza Ziino.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Siano attivate tutte le procedure per il lavoro agile consentite dalla legge, per esempio garantendo il contatto con l’utenza attraverso il trasferimento di chiamata dagli uffici ai portatili dei dipendenti».

È la richiesta delle segreterie regionali di Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Cobas/Codir e Sadirs, dopo la notizia di un dipendente risultato positivo al coronavirus all’Assessorato regionale alla Salute di Palermo.

«L’aumento dei contagi e il conseguente aumento dei casi di dipendenti pubblici risultati positivi al virus del Covid-19 ci preoccupano- sottolineano i sindacati- Sappiamo che l’amministrazione regionale sta attuando tutte le misure previste dai protocolli per la gestione delle emergenze, dalla mappatura dei contatti delle persone positive, con l’aiuto delle Asp, fino alla sanificazione e igienizzazione dei locali di volta in volta interessati, ma continueremo a monitorare la situazione per essere certi che la salute dei dipendenti pubblici e degli utenti sia sempre tutelata».

Da qui, appunto, l’appello: «È fondamentale portare avanti il dialogo col governo su una appropriata gestione del lavoro agile, al fine di riportare il tema al livello della contrattazione, così come sta avvenendo anche a livello statale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati