infermieri carenza

Coronavirus, il Nursing Up Sicilia: «Urge l’assunzione straordinaria di infermieri»

7 Marzo 2020

Il sindacato sollecita lo scorrimento delle già esistenti graduatorie valide sia a tempo determinato che indeterminato e risorse aggiuntive per pagare gli straordinari.

 

di

PALERMO. «L’assunzione straordinaria di infermieri, attraverso lo scorrimento urgente delle già esistenti graduatorie valide sia a tempo determinato che indeterminato».

In tema di contrasto al Coronavirus, è quanto sollecitato dal Nursing Up Sicilia, che sottolinea: «Abbiamo chiesto che le nuove assunzioni siano aggiuntive e non compensative a coprire i vuoti in organico nelle aziende, e che la spesa straordinaria ed urgente derivante dal reclutamento delle figure professionali necessarie, sia a carico del bilancio regionale».

Il sindacato aggiunge che «la inadeguata consistenza degli organici può appesantire le condizioni di lavoro del personale infermieristico, in ogni realtà sanitaria, in caso di eventuale obbligo per gli Infermieri siciliani di “isolamento domiciliare cautelativo”, c.d. “quarantena”, come già avviene in tante realtà nazionali. Il rischio di richiami in servizio, di turni senza soluzione di continuità, di rinunce al diritto a ferie, permessi di ogni sorta per esigenze personali, potrebbe acuire lo stress lavoro correlato dei colleghi Infermieri, con ricadute sia sulla salute del personale infermieristico che sulla assistenza da garantire alla collettività».

Inoltre Nursing Up Sicilia ha chiesto risorse economiche aggiuntive «al fine di gratificare con compensi straordinari il personale impiegato nella gestione del pre-triage, nelle T.I. , nei Pronto Soccorso e/o chiunque dei lavoratori della sanità fosse esposto al rischio diretto di contagio».

Il sindacato degli infermieri sottolinea: «Il 23 febbraio abbiamo invitato l’assessorato a vigilare riguardo l’impiego degli studenti di infermieristica, chiedendo che venissero esonerati dal tirocinio, al fine di preservarli da possibili contagi, considerato che il tirocinio non è nemmeno remunerato. Con la nota di ieri siamo tornati sull’argomento, segnalando che tutt’ora gli studenti, stante informazioni ricevute, verrebbero assegnati alle degenze delle strutture ospedaliere universitarie. Abbiamo chiesto un intervento da parte dell’Assessorato, al fine di far rispettare i dettami del Governo nazionale a tutela degli studenti e dei tirocinanti di ogni scuola di ordine e grado».

«Come Nursing Up Sicilia stiamo supportando i colleghi affinché nelle aziende il datore di lavoro, responsabile della salute del personale metta tutti i lavoratori nella condizione di poter operare serenamente, riducendo al massimo i rischi di contagio, attraverso la fornitura di tutti i presidi necessari alla protezione, nel rispetto delle indicazioni ministeriali».

Dal sindacato concludono: «Confidiamo nel grande lavoro che l’Assessorato sta portando avanti. Ci auguriamo che le nostre istanze vengano recepite. Solo attraverso la sinergia, l’ascolto fra le parti si riesce, tutti insieme, ad affrontare l’emergenza. Senza infermieri il sistema rischia di crollare, pertanto auspichiamo l’assunzione consistente di infermieri in ogni azienda regionale».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV