Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
radiologia

ASP e Ospedali

L'annuncio del commissario ad acta

Coronavirus, il 6 aprile al via l’Area Triage dell’ospedale di Sciacca

Appena terminata e in attesa della pulizia che avverrà nella giornata di domenica, per accogliere già da lunedì i pazienti sospetti covid-19 e in attesa di tampone.

Tempo di lettura: 2 minuti

Il professore Alberto Firenze, commissario ad acta dei Presidi Ospedalieri di Sciacca e Ribera, dirama news riguardo l’emergenza covid-19 gestita nei due poli di Sciacca e Ribera.

”Lunedì 6 aprile verrà aperta l’Area Triage dell’Ospedale di Sciacca, appena terminata e in attesa della pulizia che avverrà nella giornata di domenica, per accogliere già da lunedì i pazienti sospetti covid-19 e in attesa di tampone.

L’Area Triage sarà così composta: due stanze in isolamento di cui una dedicata a pazienti pediatrici o soggetti con grave rischio positività e in attesa di accertamento, una stanza con due postazioni distanziate tra loro, tre box isolamento a pressione negativa, di cui una per pazienti cardiologici e due per sospetti positivi in attesa tampone.

“Dopo 15 giorni dal mio insediamento come Commissario ad acta dei Presidi Ospedalieri di Sciacca e Ribera e nonostante innumerevoli difficoltà riscontrate a livello strutturale e logistico, si è dato pienamente seguito all’esigenza già definita prima del mio arrivo, ovvero la definizione di un’area covid-19 che fosse dedicata ai casi da accertare- afferma Firenze- Il lavoro da portare avanti è ancora lungo, ma con tenacia e collaborazione di tutti, così come grazie alle donazioni di DPI che chiediamo giornalmente, riusciremo a dotare i nostri ospedali di strumenti adatti per fronteggiare l’emergenza”.

“Per quanto riguarda la situazione dei tamponi– conclude il Commissario- nell’attesa che la prossima settimana venga attivato un laboratorio unico per tutta l’ASP di Agrigento presso l’Ospedale San Giovanni di Dio, ad oggi i tamponi effettuati su operatori sanitari e pazienti, vengono inviati al Policlinico o all’Istituto Zooprofilattico di Palermo”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati