Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

L'appello al prefetto

Coronavirus, i sindacati trapanesi: «A rischio la sicurezza di molti lavoratori»

Cgil, Cisl e Uil sollecitano al prefetto l'attivazione di un tavolo permanente anche in webconference.

Tempo di lettura: 2 minuti

TRAPANI. “Siamo preoccupati per l’allarme che proviene da diversi luoghi di lavoro sul mancato rispetto delle direttive dei decreti ministeriali sulla sicurezza dei lavoratori varati per affrontare l’emergenza da Covid 19“.

Cgil, Cisl e Uil Trapani con i segretari generali Filippo Cutrona, Leonardo La Piana e Eugenio Tumbarello, hanno inviato una nota al Prefetto di Trapani Tommaso Ricciardi, chiedendo “di convocare con urgenza, anche valutando l’opportunità garantita dalla webconference, un incontro, al fine discutere e approfondire la condizione in cui versa il territorio trapanese”.

L’obiettivo è costituire un tavolo permanente finalizzato a coordinare tutte le iniziative e i controlli da mettere in atto per la salvaguardia, la salute e la sicurezza dei lavoratori in tutti i luoghi di lavoro, con particolare attenzione a quelli medi o piccoli, in modo tale da garantire la piena applicazione delle misure contenute nei decreti e negli accordi.

A preoccupare Cgil Cisl Uil, quindi è quanto sta emergendo in diversi posti di lavoro pubblici e privati dove spesso mancano mascherine e guanti e si fatica a rispettare anche la regola sul distanziamento sociale.

Tutto ciò, lamentano i sindacati, evidenzia il mancato rispetto delle direttive dei decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri sul contrasto all’epidemia Covid-19 e del protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro condiviso tra Cgil, Cisl e Uil e le associazioni datoriali maggiormente rappresentative.

I tre segretari, Cutrona, La Piana e Tumbarello concludono: “Chiediamo anche di estendere la convocazione alle associazioni datoriali e a tutti gli enti preposti al rispetto delle misure, nei limiti delle competenze di ciascuno”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati