Coronavirus, Confintesa: «Siano stabilizzati i medici del 118 precari»

21 Marzo 2020

L'appello di Domenico Amato (Segretario Nazionale Confintesa Sanità) e di Renato Agugliaro (Segretario Provinciale Confintesa UGS Medici).

 

di

PALERMO. «Numerosi medici del servizio 118 e del Pronto Soccorso da diversi anni lavorano nella precarietà di contratti a termine e atipici. Svolgono il loro ruolo di medici dell’emergenza-urgenza con dedizione, professionalità, ed esperienza, molti di loro stanno lavorando anche nei centri per l’emergenza CoVid -19. Sarebbe giusto stabilizzarli per dare non soltanto una maggiore dignità professionale, ma anche una maggiore tutela in ambito di diritti lavorativi in un momento storico in cui lavorare in questo settore significa rischiare la vita».

Lo scrivono Domenico Amato, Segretario Nazionale Confintesa Sanità e Renato Agugliaro, Segretario Provinciale Confintesa UGS Medici, sottolineando che «i contratti atipici somministrati non garantiscono nulla in tal senso, né una giusta retribuzione, né una tutela personale in caso di malattia o infortuno professionali».

I due sindacalisti aggiungono: «Il problema riguarda tutta l’Italia. Confidiamo in una prossima stabilizzazione, percorso già intrapreso dall’Assessorato della Salute siciliano ma ancora non portato a termine: purtroppo infatti una sentenza della Corte Costituzionale (N.38 ANNO 2020) ha bloccato, in Piemonte e in altre regioni italiane come la Sicilia, la possibilità di conferire incarichi a tempo indeterminato a questa categoria di medici, poiché non in possesso del titolo di formazione specifica in medicina generale».

Amato e Agugliaro sottolineano: «Potremmo essere concordi con la sentenza se fossimo in una situazione ordinaria, ma così non è, quindi i ragionamenti e le logiche ordinarie vanno superate in ragione di una urgenza e gravità in ambito sanitario che non si verificava nel mondo da almeno 100 anni. Speriamo quindi che qualcosa si possa muovere in ambito nazionale e regionale e che la stessa giurisprudenza ci possa venire incontro senza cristallizzarsi in sentenze formalmente corrispondenti ai dettami del diritto ma certamente non del buon senso».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV