Coronavirus, con i tamponi rapidi scoperti a Palermo altri 39 casi

14 Dicembre 2020

Fino alle ore 16 sono stati 2.286 quelli effettuati nella prima giornata in cui è entrata in vigore l’Ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, che punta a contrastare la diffusione del contagio in un periodo caratterizzato dall'incremento della mobilità.

 

di

Sono complessivamente 2.286 i tamponi rapidi effettuati a Palermo e 39 i positivi nella prima giornata in cui è entrata in vigore l’Ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, che punta a contrastare la diffusione del Coronavirus in un periodo caratterizzato dall’incremento della mobilità.

A Palermo sono 4 i punti screening allestiti dal Direttore generale dell’Asp, Daniela Faraopni, e dal Commissario per l’emergenza covid, Renato Costa: Aeroporto, Fiera del Mediterraneo ed i porti di Palermo e Termini Imerese.

Al “Falcone e Borsellino” i tempi di attesa per effettuare il tampone rapido sono mediamente di 10 minuti, ma anziani, famiglie con bambini neonati e disabili in sedia a rotelle hanno la precedenza.

Questo nel dettaglio il report aggiornato alle ore 16
– Aeroporto Falcone e Borsellino: 800 tamponi – 0 positivi
– Porto di Palermo: 380 tamponi – 0 positivi
– Porto di Termini Imerese: 86 tamponi – 0 positivi
– Fiera del Mediterraneo: 1.020 tamponi – 39 positivi.

Coloro i quali risultano positivi al tampone rapido, vengono sottoposti nella stessa sede al “molecolare” nel rispetto dei protocolli diagnostici.
Per consentire anche agli utenti della provincia di usufruire delle attività di screening, sono in funzione altri tre “punti” periferici aperti ogni giorno dalle ore 8 alle 12: Ospedale “Madonna dell’Alto” di Petralia Sottana; Ospedale di Partinico e Poliambulatorio di Lercara Friddi.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV