Coronavirus, Centuripe si prepara a diventare zona rossa

31 Ottobre 2020

Il sindaco annuncia che l'Asp di Enna ha inoltrato alla Regione una richiesta dopo il boom di casi Covid registrati ieri, ben 100.

 

di

Centuripe, si prepara a diventare zona rossa. “Cari centuripini, nonostante i nostri sforzi e le iniziative portate avanti per contenere il virus, la sua diffusione all’interno della nostra comunità non si è ancora arrestata”. Sono queste le parole che il sindaco Salvatore La Spina affida al suo profilo istituzionale di Facebook per raggiungere la sua comunità e annunciare che “l’Asp di Enna ha inoltrato alla Regione un documento per dichiarare Centuripe zona rossa”.

La decisione – sofferta – è arrivata dopo il boom di casi Covid registrati ieri, ben 100. Il comune conta poco più di 5 mila abitanti. “Una strada che mai avremmo voluto percorrere, abbiamo lottato tanto per evitarla, ma non è stato possibile”, chiarisce il neo sindaco che fino a qualche mese fa si occupava di comunicazione agli Uffizi di Firenze e oggi si ritrova, nella sua terra, a combattere contro un’epidemia mondiale.

Ieri per la provincia di Enna è stata una giornata nera in termini di contagi, il bollettino della Protezione civile diramato dalla Regione infatti ha segnato un più 88. Il numero complessivo dei casi di Coronavirus – almeno nelle scorse 24 ore – si aggirava intorno ai 450.

La maggior parte asintomatici. Per l’impellente necessità di trovarsi pronti all’ondata che potrebbe arrivare entro Natale, nell’ospedale Umberto I di Enna – come ha comunicato il Direttore generale dell’Asp, Francesco Iudica – è stato predisposto comunque un piano emergenza che prevede 80 posti letto Covid, 60 ordinari, 10 di semintensiva e 10 di intensiva, confinati al sesto piano del nosocomio. Si è inoltre riattivato di fatto, con tre partorienti positive, anche il Punto nascita dedicato.

Tornando a Centuripe, “il provvedimento non è ancora arrivato – conclude La Spina- ma sarà mia premura aggiornarvi tempestivamente sulle modalità e la durata di attuazione non appena sarà emanato. Vi informo che oggi è anche ripartita la raccolta dei rifiuti speciali per i soggetti positivi e proseguirà nei prossimi giorni. Sono certo comprendiate benissimo la situazione, è un momento particolare, ma rispettando le regole e rimanendo pazienti ne usciremo al più presto”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV