Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Coronavirus ospedale partinico Aricò rete ospedaliera

Dal palazzo

L'intervento sui Covid-Hospital

Coronavirus, Aricò (DB): «Tutti uniti, no ai localismi. È una guerra senza confini»

Il capogruppo all'Ars di DiventeràBellissima interviene sui Covid-Hospital: «A Partinico, come altrove in Sicilia, il ritorno alla normalità lascerà in dote alle comunità locali ospedali migliorati e potenziati ed operatori sanitari ancora più qualificati. Dopo l'emergenza i reparti sospesi saranno ripristinati».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Quella contro il Coronavirus è una lotta senza quartiere, senza confini, senza tregua. Non siamo più madoniti, partinicesi, palermitani, nisseni o messinesi: la Sicilia e tutta l’Italia sono in trincea contro un male invisibile che minaccia noi e i nostri cari, qui come ovunque nel mondo. Come in ogni guerra c’è un fronte, quello in prima linea per il bene di tutti: i Covid-Hospital in corso di allestimento qui in Sicilia con eccezionale sforzo organizzativo da parte del governatore Musumeci e dell’assessorato alla Salute guidato da Ruggero Razza sono uno strumento sanitario indispensabile per salvare vite e arginare il diffondersi del contagio. Assisteranno migliaia di siciliani, nostri amici, conoscenti o familiari, e ciò avverrà in piena sicurezza per i residenti e grazie alla professionalità e all’abnegazione dei nostri impagabili operatori sanitari e parasanitari».

Lo afferma Alessandro Aricò, capogruppo all’Ars di DiventeràBellissima, aggiungendo: «Ora più che mai dobbiamo restare uniti, fare fronte comune, mettere da parte personalismi e localismi. A Partinico, come altrove in Sicilia, il ritorno alla normalità dopo che il Coronavirus sarà sconfitto- perché siamo certi che lo sarà- lascerà in dote alle nostre comunità locali ospedali migliorati e potenziati e operatori sanitari ancora più qualificati. Inoltre, una volta conclusa l’attuale emergenza le strutture sanitarie adibite a Covid-Hospital riacquisteranno la piena operatività dei reparti attualmente sospesi, è questo il nostro impegno. Il futuro dell’ospedale di Partinico, ad esempio, non è in discussione. È inevitabile che in questa fase di assoluta emergenza vi siano alcune défaillance organizzative e logistiche, ma saranno tempestivamente risolte. Non è il tempo delle polemiche, è il tempo di una mobilitazione senza confini».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati