Coronavirus, all’ospedale di Enna raddoppiano i posti letto di Terapia intensiva

14 Marzo 2020

Lo fa sapere il Coordinatore dell'Unità di Crisi dell'Asp di Enna, Emanuele Cassarà.

 

di

All’Umberto I di Enna sono stati più che raddoppiati i posti letto di terapia intensiva respiratoria ed è stata attivata una area di 36 posti letto, che seppur privi di respiratore per intubazione possono essere usati per pazienti positivi con disturbi respiratori che non necessitano tale procedura”.

Lo fa sapere il Coordinatore dell’Unità di Crisi dell’Asp di Enna, Emanuele Cassarà (nella foto insieme al dg Francesco Iudica ), aggiungendo: “Sono state sospese tutte le attività chirurgiche non urgenti e verranno mantenute solo le sale operatorie per l’urgenza e per la Ostetricia. Il personale sanitario di tutte le unità operative chirurgiche sarà H 24 rintracciabile per eventuali necessità con l’immediato rientro in servizio”.

Nel contempo si è anche definito il piano di utilizzo di altri posti letto da utilizzare step by step negli altri presidi ospedalieri aziendali.

La Direzione rafforza ancora di più quanto già comunicato da tutti massmedia in ordine al massimo rispetto delle disposizioni ministeriali. Proprio oggi il Presidente dell‘Istituto Superiore della Sanità afferma che “Al Sud i casi sono ancora limitati e se si agisce in un momento iniziale della curva epidemia si può intervenire in modo significativo. Ancora più cruciale, in tali aree è dunque il rispetto delle misure.”

Alla luce di tutto quanto sopra comunicato, la Direzione dell’Asp di Enna ribadisce il proprio impegno “attraverso tutto il personale impegnato in prima linea, cui va un plauso illimitato, comunicando nel contempo che l’invito di restare a casa è sempre più imperativo”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV