Coronavirus, al Policlinico Giaccone ecco la Telemedicina

14 Marzo 2020

Dopo che per l’Ematologia, ora anche per Medicina orale e Chirurgia plastica.

 

di

PALERMO. Il Policlinico Giaccone in prima linea per fronteggiare l’emergenza Covid-19 anche attraverso l’impiego della telemedicina, che non espone il personale sanitario e i pazienti stessi al rischio di infezioni in situazioni di emergenza come quella causata dal Coronavirus.

Dopo l’Ematologia, per la quale è stato da poco attivato un percorso con i Medici di Medicina Generale, anche la Medicina orale offre consulti a distanza agli odontoiatri delle province di Palermo, Agrigento, Trapani, Enna, Caltanissetta per le patologie odontostomatologiche.

Il servizio è gestito dalle prof.sse Olga Di Fede e Giuseppina Campisi attraverso uno spin-off (GOforMed) dell’Università degli studi di Palermo e permette agli odontoiatri di inviare una richiesta di consulto attraverso la App DoctOral (scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet), allegando una foto scattata in diretta al cavo orale del paziente o precedentemente acquisita e dettagliando il loro quesito; per le istruzioni clicca qui.

«Attraverso DoctOral possiamo fornire ai nostri colleghi odontoiatri un ausilio per l’inquadramento clinico delle lesioni del cavo orale- spiega Giuseppina Campisi, Responsabile della Medicina Orale- che permetterà di selezionare solo i casi che necessitano di essere visitati in urgenza presso l’ambulatorio di Medicina orale, nel rispetto delle direttive nazionali e regionali e della circolare aziendale che ha sospeso le visite e le prestazioni ambulatoriali, tranne che per le urgenze e i pazienti oncologici. Per tutti i pazienti, già presi incarico presso la struttura, è attivo il contatto email [email protected]».

In questo momento di emergenza sanitaria nazionale in cui vengono erogate solamente prestazioni urgenti o non differibili, anche la Chirurgia plastica, diretta dalla prof.ssa Adriana Cordova, mette a disposizione un servizio per consulti e informazioni sul referto istologico, inviando un email a [email protected]

«Invitiamo i nostri pazienti a non venire in ospedale, se non per emergenze reali, e a rivolgersi al proprio medico di famiglia per le medicazioni o la rimozione dei punti di sutura- dice la dott.ssa Sara Di Lorenzo, dirigente medico di chirurgia plastica che ha proposto l’iniziativa- Tramite mail sarà possibile avere informazioni sugli esami istologici effettuati o avere risposte a domande, dubbi o perplessità sul decorso post operatorio o sul follow-up. Siamo consapevoli che il rapporto medico-paziente non può essere sostituito in alcun modo dal pc ma vogliamo dare la possibilità ai nostri pazienti di usufruire di un servizio di consulenza telematica e poter garantire, per quanto possibile, la continuità assistenziale anche in un momento di emergenza come questo».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV