Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
coronavirus

Dal palazzo

Sale ancora il numero di contagiati

Coronavirsu, ultimo bollettino della Protezione Civile: ieri 27 morti

Sale a 2263 il numero di contagiati, complessivamente ci sono 160 pazienti guariti e 79 deceduti. Effettuati 25856 tamponi

Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo l’ultimo bollettino medico della Protezione Civile salgono a 2263 le persone che in Italia hanno contratto il Coronavirus Covdi-19. Sale, anche se timidamente, il numero di guariti, in totale sono 160, 11 i più rispetto ai dati diffusi ieri.

Purtroppo è più consistente il numero di decessi, nella sola giornata di ieri se ne sono registrati 27. In particolare 17 Lombardia, 7 Emilia Romagna, 1 nelle Marche, 1 Veneto e 1 in Liguria. Sale così a 79 il numero complessivo di morti a causa delle complicazioni derivanti dal covid-19.

In merito alle 2263 persone contagiate, l’88% di queste sono situate fra Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. 1000 sono in isolamento domiciliare, 1034 sono ricoverati con sintomi non gravi, 229 sono ricoverati in terapia intensiva. 25856 il numero di tamponi effettuati fino ad oggi.

Anche i dati diffusi oggi mostrano un’Italia divisa in due: continua a peggiorare la situazione nelle regioni rosse, ed in particolare in Lombardia, Veneto e Emilia Romagna, mentre appare decisamente sotto controllo il fenomeno nelle regioni del Sud.

LA SITUAZIONE IN SICILIA

L’ultimo aggiornamento riguarda tre docenti del dipartimento di Agricoltura (Di3A) dell’Università di Catania, che risultano positivi al virus. Secondo quanto comunicato dall’Ateneo Erano stati a un congresso a Udine. “La conferma definitiva dovrà avvenire tramite la validazione dei centri nazionali preposti – afferma il rettore – i colleghi risultati positivi sono tutti a casa sotto osservazione e nessuno di loro versa in gravi condizioni”. L’Università ha disposto la chiusura delle sedi del Di3A, di via Santa Sofia e via Valdisavoia, fino al prossimo 7 marzo per provvedere alla disinfezione dei locali. L’attività didattica verrà ripresa il 9 marzo.

Ieri sera l’assessore alla Salute Ruggero Razza aveva reso noti tre nuovi casi sui cui si attende una conferma dall’Istituto superiore della sanità, due a Catania e uno a Palermo, facendo arrivare il totale a dieci. Ma con il nuovo caso registrato questa mattina a Siracusa e gli ultimi 3 casi confermati dall’Università il bilancio delle persone contagiate sale  anche se ancora  per molti si attende la conferma dell’Istituto Spallanzani.

In particolare fino a questo momento ci sono 4 casi accertati (tre a Palermo e uno a Catania)  e 10 casi sospetti, positivi al primo tampone: (i tre individuati domenica, due a Catania e uno in provincia di Ragusa; i tre scoperti ieri, uno a Palermo e due a Catania e i 4 casi sospetti di oggi, 1 a Siracusa e 3 a Catania).

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati