Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

EllaOne, ecco i dati di vendita

Contraccezione d’emergenza, la nuova «pillola dei cinque giorni dopo» non sfonda in Sicilia

EllaOne, prodotta dalla casa farmaceutica francese Hra Pharma, da aprile 2015 ad oggi ha raggiunto in media il 54% delle vendite totali di questa tipologia di contraccettivi. Ma dal 69% del Nord Italia si passa al 62% del Centro fino al 42% nel Sud e della Sicilia, che ha pure la provincia fanalino di coda: Enna, con il 20 per cento.

Tempo di lettura: 2 minuti

Un anno dopo la sua introduzione in Italia, la “pillola dei cinque giorni dopo” va molto bene al Nord ma non sfonda al Sud, Sicilia compresa.

I dati sono stati resi noti all’Adnkronos Salute da Alberto Aiuto, general manager della filiale italiana della società francese (Hra Pharma) che produce questo nuovo contraccettivo di emergenza (nome commerciale EllaOne, principio attivo ulipristal acetato), che può essere assunto con ritardo rispetto alla classica pillola del giorno dopo.

«EllaOne è oggi leader di mercato: da aprile 2015 ad oggi ha raggiunto circa il 54% delle vendite totali della contraccezione d’emergenza», sottolinea Aiuto, aggiungendo: «A livello regionale abbiamo riscontrato percentuali di vendita diversificate. Dal 69% del Nord Italia passiamo a un 62% del Centro fino al 42% nel Sud».

La Regione capolista è il Friuli Venezia Giulia con il 77% di vendita sull’intero mercato della contraccezione d’emergenza, e ottimi dati sono pure quelli di Lombardia (73), Trentino e Veneto (circa il 70).

Discrete le vendite nel Lazio (68%), mentre Liguria ed Emilia Romagna sono intorno al 65 per cento e Toscana, Valle D’Aosta, Piemonte, Marche e Abruzzo tra il 56 e il 51.

«Nel Sud le percentuali sono inferiori– sottolinea il general manager Alberto Aiuto- In Campania e in Puglia tra il 45 e il 40 per cento, in Molise e in Calabria tra il 38 e il 36».

E se la Basilicata è la Regione con la percentuale di vendita più bassa di tutta Italia (31%), nelle isole si va da circa il 47% della Sardegna al 42% della Sicilia dove c’è pure la provincia che ha la quota minore di mercato di EllaOne: Enna, con poco meno del 20%. 

Come funziona e quanto è efficace

EllaOne è un contraccettivo orale di emergenza e non un farmaco abortivo (come la pillola RU-486). Agisce inibendo l’azione del progesterone e ritardando l’ovulazione di alcuni giorni, abbassando così il rischio che si verifichi la fecondazione della cellula uovo da parte dello spermatozoo. Sul Journal of Obstetrics and Ginecologics si riporta per ellaOne un’efficacia prossima al 98%. Se però l’ovulazione è già avvenuta e c’è la condizione biologica adatta, la gravidanza non viene arrestata.

Quando assumerla

Il suo effetto è stato dimostrato fino a 120 ore (5 giorni, appunto) dal rapporto sessuale non protetto o dal fallimento di altro metodo contraccettivo. Andrebbe però assunta il prima possibile: come specifica l’Agenzia europea dei medicinali, infatti, la maggiore efficacia si ha entro le 24 ore.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati