Confintesa Sanità, firmato il contratto collettivo nazionale di lavoro con Aris

31 Maggio 2017

Il 30 maggio a Roma per il comparto non medico della sanità privata e il personale dipendente da residenze sanitarie assistenziali e centri di riabilitazione.

 

di

ROMA. Il 30 maggio Confintesa Sanità ha firmato il CCNL ARIS per il comparto non medico della sanità privata e per il personale dipendente da residenze sanitarie assistenziali e centri di riabilitazione.

«È un traguardo importante. Abbiamo inseguito tanto questo obiettivo lavorando con serietà e costanza; da oggi Confintesa Sanità è in campo per dare supporto a tutti i lavoratori che credono nell’alternativa che stiamo costruendo, mattone dopo mattone, per fare della nostra Organizzazione Sindacale una casa solida, accogliente e produttiva», afferma Domenico Amato (segretario Nazionale Confintesa Sanità).

ARIS è l’Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari ed è titolare di uno dei CCNL maggiormente applicati a livello nazionale. «Un passo importante quello raggiunto a Roma, che sottolinea l’importanza del traguardo conseguito dal nostro sindacato», aggiunge Antonio Russo, Confintesa Sicilia.

Soddisfatto di questa nuova tutela per i lavoratori è Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa: «Questa è la prova che Confintesa si sta affermando nel mondo del lavoro privato, mentre è già consolidata nel Pubblico Impiego».

Nella foto: Francesco Prudenzano (Segretario Generale Confintesa), Domenico Amato (Segretario Nazionale Confintesa Sanità), Antonio Russo (Confintesa Sicilia), Giovanni Costantino e Stefano Pizzicaroli (Responsabili del servizio lavoro e relazioni sindacali).

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV