ASP e Ospedali

La protesta a Palermo

Chiusura dell’Ortopedia a Villa Sofia, la Fp Cgil Sicilia: «Pagina di malasanità»

"I problemi di organico non si risolvono chiedendo personale in prestito alle altre aziende, ma assumendo, investendo budget".

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «L’annunciata chiusura del reparto di ortopedia di Villa Sofia a causa dell’esodo di massa dei medici verso il privato e l’arrivo di personale dal Policlinico, chiamato a sopperire tale criticità, è l’ennesima pagina di malasanità regionale».

Ad affermarlo è Fp Cgil Sicilia, aggiungendo: «Il trasferimento di medici, specializzandi e personale sanitario dal Policlinico a Villa Sofia sarebbe la soluzione tampone decisa dall’ Assessorato regionale in un decreto che sarà firmato oggi. Una situazione- affermano i vertici della Funzione Pubblica- che dà il senso della situazione di sbando in cui versa la sanità siciliana e questo mentre lo stesso Assessorato chiede agli ospedali a gestione privatistica di aumentare i posti letto e le prestazioni ortopediche con il riconoscimento di un extrabudget.

«È l’ ennesimo episodio di reparti chiusi- spiegano il Segretario Generale, Gaetano Agliozzo e la Segretaria regionale, Monica Genovese (nella foto)– conseguenza della mancata programmazione sanitaria e dalla deriva verso il privato. Si proceda subito con le nomine dei direttori e si metta un punto a questo intollerabile spettacolo per le poltrone. I problemi di organico non si risolvono chiedendo personale in prestito alle altre aziende, ma assumendo, investendo budget. E convenzioni di questo tipo richiedono il confronto con le Organizzazioni sindacali che in questa circostanza non sono state interpellate e chiamate in causa».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche