Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Incontro fra i sindaci e il direttore generale

Chiusura del pronto soccorso di Mazzarino, protesta sotto la direzione dell’Asp di Caltanissetta

Il d.g. Iacono chiarisce "l'unico atto vigente è quello aziendale che prevede il pronto soccorso con l'articolazione dell'ospedale di Mazzarino cosi come concordato e approvato in sede di conferenza dei sindaci. Qualora dovessero intervenire nuove indicazioni si rifarà tutto, compresa l'interlocuzione con il territorio"

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono arrivati in 150 da Mazzarino per dire “no” alla chiusura del pronto soccorso dell’ospedale Santo Stefano. I protestanti, politici, sindacalisti, liberi cittadini accompagnati dal sindaco di Mazzarino Vincenzo Marino, armati di tamburi, megafoni e striscioni hanno assediato il cortile della direzione dell’Asp di via Cusmano.

Il sindaco Marino ha parlato a lungo con il direttore generale dell’Asp Carmelo Iacono mentre i protestanti ribadivano di voler continuare ad oltranza il presidio, “fino a quando non avremo una risposta chiara” come afferma Salvo Bonaffini nel video.

In serata giunge il commento del direttore generale: “Ho incontrato il sindaco Marino e quelli dei comuni limitrofi così come i rappresentanti dei comitati e alcuni privati cittadini – afferma Iacono – Ho specificato loro che l’unico atto vigente è quello aziendale che prevede il pronto soccorso con l’articolazione dell’ospedale di Mazzarino cosi come concordato e approvato in sede di conferenza dei sindaci: 20 posti letto di medicina generale di cui il 20 per cento destinato alla Chirurgia e al Mcau, 6 posti letto di riabilitazione e 6 di lungodegenza. L’atto aziendale ad oggi non è stato modificato. Tuttavia alla Regione è in corso una interlocuzione con il Ministero della Salute per l’applicazione del decreto emanato dalla Lorenzin. Qualora dovessero intervenire dunque nuove indicazioni o modifiche da approvare si rifarà tutto compresa l’interlocuzione con il territorio”

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati