Dal palazzo

Il bilancio

Chiudono gli Hub vaccinali del Catanese: somministrate oltre 840mila dosi

Da martedi 19 aprile l'attività proseguirà nei nuovi siti individuati dall'Asp. Il commento del commissario provinciale per l'emergenza Covid.

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono state somministrare oltre 840 mila dosi nei sei hub della provincia di Catania. La presenza sul territorio dei punti vaccinali e il lavoro degli operatori ha consentito di gestire in modo ottimale l’emergenza covid. Oggi la chiusura di tutti gli hub, da martedi 19 l’attività proseguirà nei nuovi siti individuati dall’Asp.

«Il lavoro di squadra- ricorda il commissario emergenza covid, Pino Liberti– è stato fondamentale e il mio ringraziamento, e quello del presidente della regione, Nello Musumeci, dell’assessore della Salute, Ruggero Razza, e del management dell’Asp va a tutti quelli che hanno lavorato e che ci hanno consentito di gestire al meglio l’emergenza, superare i momenti di difficoltà e contribuire in modo significativo alla campagna vaccinale. Il peggio sembra essere passato, ma dobbiamo continuare a restare vigili. Le notizie che arrivano dalla Cina, dove tutto è cominciato, purtroppo, non sono confortanti. E i numeri dei contagi nella nostra provincia ci dicono chiaramente che l’emergenza non è ancora finita. Ma oggi, rispetto ad un anno fa abbiamo un grande vantaggio: l’alta percentuale di vaccinati. E questo ci fa stare moderatamente tranquilli».

Nella provincia etnea la copertura è del 66% fascia 12-19, dell’87% fascia 20-29, dell’84% fascia 20-39 e 40-49, del 90% fascia 50-59, del 95% fascia 60-69, del 96% fascia 70-79 e del 98% per gli over 80. 𝐀𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐥𝐭𝐫𝐞 𝟖𝟒𝟎 𝐦𝐢𝐥𝐚 𝐬𝐨𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐢 𝐟𝐚𝐭𝐭𝐞 𝐧𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐡𝐮𝐛 𝐯𝐚𝐜𝐜𝐢𝐧𝐚𝐥𝐢 𝐯𝐚𝐧𝐧𝐨 𝐚𝐠𝐠𝐢𝐮𝐧𝐭𝐞 𝐥𝐞 𝟓𝟒𝟒.𝟓𝟎𝟎 𝐞𝐟𝐟𝐞𝐭𝐭𝐮𝐚𝐭𝐞 𝐧𝐞𝐠𝐥𝐢 𝐨𝐬𝐩𝐞𝐝𝐚𝐥𝐢 𝐞 𝐜𝐨𝐧 𝐥𝐚 𝐯𝐚𝐜𝐜𝐢𝐧𝐚𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 𝐝𝐨𝐦𝐢𝐜𝐢𝐥𝐢𝐚𝐫𝐞 𝐞 𝐝𝐢 𝐩𝐫𝐨𝐬𝐬𝐢𝐦𝐢𝐭𝐚̀.

Vi è infine l’attività svolta nei punti vaccinali ospedalieri e territoriali dell’Asp. 𝐂𝐨𝐦𝐩𝐥𝐞𝐬𝐬𝐢𝐯𝐚𝐦𝐞𝐧𝐭𝐞, il dato è di alcuni giorni fa, 𝐧𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐩𝐫𝐨𝐯𝐢𝐧𝐜𝐢𝐚 𝐝𝐢 𝐂𝐚𝐭𝐚𝐧𝐢𝐚, sommando anche le vaccinazioni fatte dai medici di medicina generale e dalle farmacie, 𝐬𝐨𝐧𝐨 𝐬𝐭𝐚𝐭𝐞 𝐬𝐨𝐦𝐦𝐢𝐧𝐢𝐬𝐭𝐫𝐚𝐭𝐞 𝐨𝐥𝐭𝐫𝐞 𝟐.𝟐𝟎𝟎.𝟎𝟎𝟎 𝐝𝐨𝐬𝐢. «Le professionalità e l’esperienza maturata- conclude Liberti- non vanno disperse. Dobbiamo, peraltro, essere preparati per affrontare altre emergenze, ma anche per proseguire il tracciamento (nella nostra provincia vi sono ancora 1000 positivi al giorno) e completare la campagna vaccinale con terze e quarte dosi».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche