responsabilità medica sindrome coma obesità osteoartrosi recita teatrale coma

Chirurgia per la cura dell’obesità, al Buccheri la Ferla va un riconoscimento nazionale

5 Marzo 2019

La SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche) lo ha riconosciuto quale Centro Accreditato.

 

di

PALERMO. All’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale dell’Ospedale Buccheri La Ferla Fatebenefratelli, diretta da Cosimo Callari, è stato conferito un importante riconoscimento dalla SICOB (Società Italiana di Chirurgia dell’Obesità e delle Malattie Metaboliche) quale Centro Accreditato per la cura dell’obesità.

Il riconoscimento della Società nell’ambito della chirurgia bariatrica viene assegnato solo a centri che rispettano precisi criteri di selezione dei pazienti, dispongono di terapia intensiva all’interno della struttura, esecuzione di almeno quattro procedure chirurgiche, una casistica operatoria di oltre cinquanta procedure chirurgiche annue e una dimostrata esperienza nei casi più complessi di re-intervento, casistica operata dal centro interamente registrata nel registro nazionale SICOB, follow-up dei pazienti regolarmente registrato nel registro nazionale SICOB.

Negli ultimi dodici mesi all’Ospedale Buccheri La Ferla sono stati eseguiti oltre 80 interventi di chirurgia bariatrica e 16 di chirurgia post bariatrica, su pazienti provenienti da tutto il territorio nazionale.

In Italia gli obesi sono circa 6.000.000, il 10% della popolazione. Un numero elevato, che ci pone tra le nazioni con il maggior numero di persone che supera di almeno il 40% il proprio peso ideale. Un obeso, ha un’aspettativa di vita inferiore di 10 anni rispetto a quella di un coetaneo con peso normale.

L’obesità è considerata un importante fattore di rischio per l’insorgenza di gravi patologie: diabete mellito di tipo 2, ipertensione arteriosa, infarto del miocardio, insufficienza respiratoria, cancro al pancreas, al colon e al seno, ipercolesterolemia, vasculopatie, malattie articolari, ictus, problemi epatici ed insufficienza renale, problemi della sessualità e limitazioni gravissime nei movimenti.

«Siamo orgogliosi di questo riconoscimento– dichiara il dott. Cosimo Callari- che premia l’esperienza maturata in questo tipo di chirurgia. Il nostro Centro dispone di un team di professionisti: psicologo, dietista, anestesista, chirurgo in grado di offrire una qualificata chirurgia bariatrica con diversi tipi di interventi: sleeve gastrectomy, bypass gastrico, mini gastric bypass, re-do surgery. Il gruppo multidisciplinare affronta insieme il percorso preoperatorio, la degenza e il follow-up. Inoltre, all’interno dell’Ospedale sono attive altre specialità di eccellenza irrinunciabili per trattare in piena sicurezza questa patologia: terapia intensiva, radiologia, endoscopia, chirurgia plastica ricostruttiva, fisiatria».

Infine, Calari sottolinea: «Tutti gli interventi vengono eseguiti in anestesia generale e con tecnica laparoscopica, mini-invasiva,  e pertanto, meglio tollerati, con una più veloce ripresa e con una dimissione in tempi più rapidi. La scelta di quale intervento adottare è il risultato del confronto tra l’opinione del team del centro obesità e quella del malato».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV