Uncategorized

Poi è stato trasportato in ospedale

Chieti, rischia di morire soffocato dal formaggio: salvato al telefono dal 118

Un anziano di Castel Frentano aveva perso i sensi: non respirava più ed era già cianotico. Poi è stato trasportato in ospedale.

Tempo di lettura: 1 minuto

CHIETI. Rischia di morire soffocato dopo aver mangiato un pezzo di formaggio. Ma si salva grazie all’intervento telefonico di un infermiere del 118 di Chieti che guida i famigliari nelle manovre di disostruzione.

È accaduto stasera a Castel Frentano, in via Fonte Barile. Quando è stato lanciato l’allarme, poco prima delle 19, l’uomo – un 64enne di Castel Frentano – aveva perso i sensi: non respirava più ed era già cianotico. Le indicazioni arrivate dalla centrale operativa del servizio di emergenza sanitaria hanno permesso ai parenti di tenerlo in vita.

Se fossero trascorsi pochi secondi in più, non ci sarebbe stato più nulla da fare. È stata la figlia del 64enne a chiedere l’aiuto di medici e infermieri.

Dopo il tempestivo intervento dell’ambulanza, arrivata sul posto in appena nove minuti, il paziente è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Lanciano in codice rosso. I parametri vitali, per fortuna, erano tornati nella norma.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.