Centuripe, prelievo di cornee a casa del donatore: è la prima volta in Sicilia

4 Marzo 2016

L'intervento è stato coordinato dall'Asp di Enna e ha visto il coinvolgimento di numerose figure professionali.

 

di

ENNA. Un prelievo di cornee presso il domicilio del donatore: è stato effettuato oggi a Centuripe, grazie alla volontà espressa dei parenti di C.D., un uomo di 72 anni, che hanno assecondato la volontà del loro caro. E l’Asp di Enna non si è fatta trovare impreparata, sottolineando che è la prima volta in Sicilia di un intervento del genere.

Si apre così, nell’Ennese, una nuova frontiera della donazione. La particolare complessità dell’intervento ha visto il coinvolgimento di numerose figure professionali.

«Un ringraziamento per l’impegno profuso e l’alta professionalità dimostrata va all’équipe oculistica, formata dai dottori Domenico Giustino e Luigi Messina, che in condizioni difficili ha effettuato il prelievo delle cornee», afferma Paolo Alaimo, coordinatore locale per i Trapianti dell’Asp, aggiungendo: «E un plauso pure al cardiologo Carmelo Battaglia che ha accertato la morte cardiaca, all’infermiere Giuseppe Gervasi e all’infermiere Fabio Guarneri, componente del Coordinamento dell’Asp di Enna, che si è recato sul posto svolgendo anche una funzione organizzatrice per conto del Coordinamento locale».

La macchina organizzativa per l’espianto si è messa in moto con celerità e il prelievo è andato a buon fine, offrendo così a chi riceverà le cornee spiantate una nuova possibilità.

«Questo prelievo- aggiunge Alaimo- testimonia la possibilità anche per piccoli ospedali non dotati di alte specialità di contribuire all’incremento delle donazioni e ancor più alla diffusione della cultura della donazione».

«L’intervento ha richiesto anche un grande impegno organizzativo da parte di tutto il personale della direzione sanitaria, in particolare del direttore sanitario Rosario Cunsolo che ha mostrato grande sensibilità e capacità organizzativa, maturata da precedenti esperienze nell’ambito della donazione di organi e tessuti, e della signora Elena Saguto».

Infine Alaimo rivolge «un ringraziamento particolare ai parenti del donatore, i quali in un momento di grande dolore hanno dato seguito al desiderio espresso dal loro congiunto, realizzando così un gesto di grande amore e solidarietà».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV